Redazione – Il Giornale del Molise https://www.ilgiornaledelmolise.it Il quotidiano a portata di mouse Fri, 29 May 2020 18:28:57 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=5.4.1 La Movida agita la politica isernina: dura replica di Rita Paola Formichelli a Domenico Chiacchiari https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/05/29/la-movida-agita-la-politica-isernina-dura-replica-di-rita-paola-formichelli-a-domenico-chiacchiari/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=la-movida-agita-la-politica-isernina-dura-replica-di-rita-paola-formichelli-a-domenico-chiacchiari https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/05/29/la-movida-agita-la-politica-isernina-dura-replica-di-rita-paola-formichelli-a-domenico-chiacchiari/#respond Fri, 29 May 2020 18:28:57 +0000 http://www.ilgiornaledelmolise.it/?p=145365

Movida tormentata a Isernia. Imediata e durissima la replica al sindaco d’Apollonio e all’assessore Chiacchiari da parte della consigliera di minoranza Rita Paola Formichelli:

“Alle censure politiche si fanno repliche politiche non attacchi personali e commenti di basso livello. In questo modo si rivela la propria pochezza e la debolezza di idee. Riportiamo il dibattito sulle cose serie. L’Ordinanza del Sindaco secondo la mia interpretazione era illegittima, dopo la sua spiegazione è il nulla! Il Sindaco dovrebbe sapere che le Ordinanze non si interpretano si applicano, specie se come espressamente previsto “la verifica dell’ottemperanza deve essere effettuata da TUTTE LE FORZE DELL’ORDINE”!

Ma si sa, abbiamo un Sindaco che fa contratti verbali per appalti da 15 milioni di Euro e scriveordinanze inconcludenti.

Io forse non so interpretare ma lui, evidentemente, non sa scrivere!

Oggi ha spiegato che si può mangiare e bere camminando ma non si può mangiare e bere stazionando!

Quindi le Forze dell’Ordine potranno fare la multa solo se colgono in flagrante un cittadino mentre mastica e mentre beve perchè, se può mangiare e bere camminando, si può anche fermare un attimo con cibo e bevande in mano visto che stazionare in sè non è vietato! Insisteva molto sul contestualmente!

Complimenti! In tutto questo si è dimenticato qualsiasi riferimento all’ipotetico assembramento per cui il tutto vale anche se si è soli!

In che modo tutto ciò preserverà il monumeto ai caduti non è dato capire! Mi spiace Signor Sindaco non è riuscito a tradurre in Ordinanza i suoi pensieri confusi o se ha cercato di rimediare con l’intervista, Le assicuro che la pezza è peggio del buco. Il degrado ed il bivacco non li vuole nessuno ma non si combatte impedendo di bere e mangiare ma con il CONTROLLO!

Ricordo al Sindaco e all’Assessore che ben 16 Consiglieri hanno chiesto di procedere all’assunzione di nuovi vigili urbani!

Simpatico poi il duetto Sindaco Assessore che, evidentemente in preda al nervosismo, mentre cercavano di buttare fango sulla sottoscritta facevano un autogol dietro l’altro!

L’assessore ha detto che da NOVEMBRE sono stati acquistati i cestini ma non ci ha detto perchè li ha tenuti in deposito fino a maggio e si è deciso a metterli solo dopo la gran cagnara!

Già il COVID! Peccato che la chiusura si stata decretata a marzo! Incito i ragazzi alla disobbedienza! Mi sembra che solo grazie alla loro disobedienza abbiamo ottenuto la pulitura del centro storico la domenica mattina e il posizionamento di cestini, forse conservati per il colpo di teatro sotto campagna elettorale!

E ancora, abbiamo scoperto che ci sono 9 cantieri pronti! L’assessore e il Sindaco confondono la manutenzione ordinaria con quella straordinaria! Non ci vogliono cantieri per pulire dalle erbacce!

Assessore all’ambiente ci dica cosa ha fatto per i liquami nel fiume Cavaliere!

Signor Sindaco ci dica perchè la Biblioteca Comunale, nonostante le richieste dei ragazzi è chiusa!

Io sarò in letargo ma lei non si è accorto che in tutt’Italia sono state riaperte!

Ci dica Signor Sindaco perchè ancora non vengono concessi i fondi per i centri estivi che avete nel cassetto! Con la scusa che non siete capaci di seguire le procedure andranno sprecati o, peggio ancora, distratti?

Asessore Chiacchari ha riverniciato la ringhiera del corso ma ci parli dello scempio dell’asfalto di Corso Garibaldi! Divertente il suggerimento del Sindaco sulla villa comunale!

Un anno per rifare il laghetto per giunta sbagliato! Dopo sessant’anni non ci sono più le paperelle!

I vialetti rappezzati alla peggio a rischio incolumità! Bravi!

E in ultimo siamo ancora in attesa di capire chi ha gestito l’appalto delle strisce blu, sbaglio o era l’assessore Chiacchiari?

E veniamo alla delusione dell’assessore Chiacchiari nei miei confronti!

Certo che l’ho deluso sono rimasta coerente e non ho svenduto la mia dignità politica e personale per una poltrona o, peggio ancora, per cercare di rimettere insieme una finta maggioranza dopo i legittimi abbandoni da parte degli alleati traditi. Ricordo all’Assessore Chiacchiari che sono stati firmati documenti da ben sedici consiglieri di opposizione!

Io sarò sola ma non riesco a capire quali ingenti forze politiche sono dalla parte del Sindaco e dell’Assessore Chiacchiari! All’ultimo Consiglio Comunale se non fosse stato per le opposizioni non eravano in grado nenanche di raggiungere il numero legale!

Concludo, al di là delle vostre esternazioni, l’ordinanza del Sndaco è un non senso, e, nonostante gli sforzi interpretativi, difficilmente potrà essere applicata. Mi aspetto risposte politiche anche se so che dal letargo ci si sveglia ma difficilmente si esce dalle nebbie che offuscano le menti!”.

]]>
https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/05/29/la-movida-agita-la-politica-isernina-dura-replica-di-rita-paola-formichelli-a-domenico-chiacchiari/feed/ 0
Accesso agli atti: dopo il Tar, anche il Consiglio di Stato dà ragione a Toma https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/05/29/accesso-agli-atti-dopo-il-tar-anche-il-consiglio-di-stato-da-ragione-a-toma/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=accesso-agli-atti-dopo-il-tar-anche-il-consiglio-di-stato-da-ragione-a-toma https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/05/29/accesso-agli-atti-dopo-il-tar-anche-il-consiglio-di-stato-da-ragione-a-toma/#respond Fri, 29 May 2020 18:09:23 +0000 http://www.ilgiornaledelmolise.it/?p=145364

«La sicurezza dei dati e la privacy vanno rispettate, la tenuta e formazione della documentazione sono patrimonio della funzione esecutiva, non di quella legislativa o di controllo politico: equipararle, significherebbe confondere le rispettive funzioni. Perciò consentire ai consiglieri regionali di accedere a loro piacimento, in maniera costante e immediata, all’intera massa degli atti e dei documenti amministrativi, comporterebbe una seria alterazione, di fatto, della forma di governo, perché inciderebbe sulla funzionalità e responsabilità dell’amministrazione. La Costituzione non ha stabilito per le regioni una forma di governo assembleare, come sarebbe se il patrimonio cognitivo venisse condiviso con i consiglieri regionali». Questo il passo più significativo della sentenza con cui la Quinta Sezione del Consiglio di Stato, presieduta da Giuseppe Severini, dopo il Tar, ha dato ancora una volta ragione a Donato Toma, respingendo il ricorso dei consiglieri regionali Cinque Stelle: Greco, Di Chirico, Primiani e Fontana, che chiedevano il libero accesso all’Area Contabilità e Patrimonio della Regione e in particolare al sistema Urbi Smart che memorizza tutti gli atti della burocrazia regionale, per la verifica dei singoli capitoli del bilancio e delle singole voci di spesa. La battaglia legale cominciò nel novembre del 2018, quando il Movimento Cinque Stelle presentò richiesta di accesso all’Area Contabilità e Patrimonio della Regione. Donato Toma glielo negò per motivi legati alla sicurezza dei dati, alla privacy e perchè la richiesta alla abilitazione permanente sarebbe equivalsa ad un accesso indiscriminato e generalizzato quando, invece, deve esistere un legame diretto tra la richiesta di un atto e lo specifico interesse a conoscerlo. Quattro consiglieri regionali 5 Stelle decisero così di ricorrere al Tar e i giudici molisani, sostanzialmente, ripetettero la stessa cosa già detta da Toma: l’interesse a tutelare la trasparenza degli atti deve corrispondere sempre ad una rischiesta specifica e mirata. Sì quindi ad un accesso motivato, no ad un accesso generalizzato a tutti gli atti dell’amministrazione. Non contenti, i Grillini ricorrevano in appello, al Consiglio di Stato, che, con sentenza pubblicata il 26 maggio, ha ribadito lo stesso concetto giuridico, confermando il giudizio di primo grado. Qui, sottolineano i giudici di Palazzo Spada, non è contestata la facoltà di accesso del consigliere regionale ad atti dell’amministrazione, ma l’ingresso massivo senza più forma e controllo in una strumentazione digitale che continuativamente permette l’accesso a tutti gli atti dell’amministrazione.

]]>
https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/05/29/accesso-agli-atti-dopo-il-tar-anche-il-consiglio-di-stato-da-ragione-a-toma/feed/ 0
Presidio di Polizia all’ospedale di Isernia. Calenda presenta una mozione https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/05/27/presidio-di-polizia-allospedale-di-isernia-calenda-presenta-una-mozione/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=presidio-di-polizia-allospedale-di-isernia-calenda-presenta-una-mozione https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/05/27/presidio-di-polizia-allospedale-di-isernia-calenda-presenta-una-mozione/#respond Wed, 27 May 2020 11:35:57 +0000 http://www.ilgiornaledelmolise.it/?p=145207 Alla luce dell’aggressione ai danni di un medico-anestetista avvenuta nei giorni scorsi presso l’ospedale “F. Veneziale” di Isernia, il consigliere regionale Filomena Calenda ha inteso presentare una mozione che impegna il Presidente della Giunta Regionale, Donato Toma, a recepire le istanze di sicurezza pervenute dal personale sanitario del nosocomio pentro. “Il documento – ha spiegato Calenda – impegna il governatore a farsi portavoce presso le autorità competenti, in particolare presso la Questura e la Prefettura di Isernia, affinché venga istituito un presidio di Polizia fisso all’interno della struttura ospedaliera di Isernia. Qualora questo non fosse possibile, di concerto con Asrem credo sia necessario valutare la possibilità di istituire un servizio e sorveglianza attiva all’interno dell’ospedale “F. Veneziale”, facendo ricorso ad agenzie di vigilanza private”, ha continuato il presidente della IV Commissione.
Calenda, a seguito dell’increscioso fatto di cronaca, ha avuto modo di confrontarsi con i rappresentanti del personale medico e sanitario, in particolare con il dottor Fernando Crudele, Presidente dell’Ordine dei Medici e degli Odontoiatri della Provincia di Isernia, che lamentano la scarsa sicurezza in cui sono costretti a lavorare, sottolineando che l’episodio avvenuto nei confronti del medico-anestetista è solo l’ultimo di una serie di eventi che hanno messo in pericolo coloro che operano all’interno della struttura sanitaria. “Ad oggi, presso l’ospedale “F. Veneziale” di Isernia non è presente un presidio che garantisca la sicurezza di operatori sanitari, pazienti e utenti, al contrario di quanto avviene in altri nosocomi, motivo per – ha concluso Calenda – cui credo sia opportuno in tempi celeri per evitare altri spiacevoli episodi”.

]]>
https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/05/27/presidio-di-polizia-allospedale-di-isernia-calenda-presenta-una-mozione/feed/ 0
David Di Lello, la solidarietà del sindaco di Isernia al medico aggredito e picchiato https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/05/27/david-di-lello-la-solidarieta-del-sindaco-di-isernia-al-medico-aggredito-e-picchiato/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=david-di-lello-la-solidarieta-del-sindaco-di-isernia-al-medico-aggredito-e-picchiato https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/05/27/david-di-lello-la-solidarieta-del-sindaco-di-isernia-al-medico-aggredito-e-picchiato/#respond Wed, 27 May 2020 11:17:42 +0000 http://www.ilgiornaledelmolise.it/?p=145205 Giacomo d’Apollonio esprime solidarietà al medico del Veneziale picchiato in corsia: “A nome dell’intera città di Isernia e mio personale, esprimo solidarietà al dr. David Di Lello, dirigente medico dell’Ospedale Veneziale, vittima d’una violenta aggressione da parte d’un familiare d’un paziente. Un fatto molto grave e da condannare, avvenuto all’interno del nosocomio ai danni d’un medico durante l’esercizio delle sue funzioni, un professionista appartenente a quel mondo della sanità che tutti abbiamo elogiato per l’impegno e la dedizione durante questo periodo di emergenza epidemica.
Ho appreso che il dr. Di Lello ha auspicato che vi sia maggiore sorveglianza negli ospedali. Non posso che essere d’accordo, affinché tali intollerabili episodi non si ripetano e ci sia piena sicurezza per gli operatori del settore e per chiunque frequenti le strutture sanitarie”.

]]>
https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/05/27/david-di-lello-la-solidarieta-del-sindaco-di-isernia-al-medico-aggredito-e-picchiato/feed/ 0
Movida a Isernia, guerra sull’ordinanza che prevede multe fino a 500 euro https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/05/27/movida-a-isernia-guerra-sullordinanza-che-prevede-multe-fino-a-500-euro/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=movida-a-isernia-guerra-sullordinanza-che-prevede-multe-fino-a-500-euro https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/05/27/movida-a-isernia-guerra-sullordinanza-che-prevede-multe-fino-a-500-euro/#respond Wed, 27 May 2020 11:10:30 +0000 http://www.ilgiornaledelmolise.it/?p=145199

Il sindaco di Isernia Giacomo d’Apollonio, con ordinanza n. 79/2020, ha disposto alcune misure di prevenzione e contrasto al degrado e alla alterazione del decoro urbano nel centro storico. In sostanza niente assembramenti, soprattutto con bevande e cibo. Pena multe fino a cinquecento euro. Un provvedimento che ha fatto scatenare le minoranze. Giovancarmine Mancini e Rita Paola Formichelli parlano di un atto inapplicabile che, oltretutto, metterebbe in fuga i turisti perchè impedisce loro di mangiare anche un panino per strada.
«L’atto – ha spiegato il sindaco – intende solo evitare, in specifiche aree, i bivacchi, gli assembramenti e le soste indisciplinate di consumatori. Infatti, è stato concepito per non incidere sull’attività degli esercizi commerciali di somministrazione, né con limitazioni di orario di apertura né con limitazioni di vendita dei prodotti.
L’ordinanza – ha aggiunto d’Apollonio – si limita a vietare, in modo mirato, lo stazionamento con il contestuale consumo di cibi e bevande in tutti gli spazi pubblici del centro storico, ad eccezione di quelli regolarmente occupati dalle attività economiche. Il divieto vale per l’intera zona compresa fra piazza Carducci e piazza Pio X, circoscritta dalla via d’Apollonio e dalla via Occidentale».

Dalla premessa all’atto, ri rilevano le motivazioni che hanno indotto all’emissione dell’ordinanza, che possono così riassumersi:
– Nelle ore serali e notturne, il centro storico di Isernia è interessato da una consistente presenza di cittadini, in gran parte appartenenti alle fasce più giovani di età, che stazionano negli spazi pubblici e perfino sui monumenti, consumando in abbondanza cibi e soprattutto bevande.
– Tale comportamento produce la deturpazione di molti siti pubblici, anche di particolare pregio artistico, storico e culturale, nonché l’abbandono incontrollato di una grande quantità di rifiuti d’ogni genere.
– Il fenomeno, altresì, crea pericolo per l’incolumità pubblica e per la sicurezza urbana, anche in ragione del periodo di emergenza che stiamo attraversando per la diffusione del virus Covid-19. Infatti, provoca inevitabilmente quegli assembramenti che sono vietati dall’articolo 1, comma 8, del D.L. n. 33 del 16 maggio 2020.

L’ordinanza del sindaco d’Apollonio si chiude avvertendo che l’inosservanza del divieto è punita con la sanzione pecuniaria determinata tra euro 25 ed euro 500.

]]>
https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/05/27/movida-a-isernia-guerra-sullordinanza-che-prevede-multe-fino-a-500-euro/feed/ 0
Isernia, prima seduta consigliare on line. D’Apollonio: “Un successo” https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/05/27/isernia-prima-seduta-consigliare-on-line-dapollonio-un-successo/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=isernia-prima-seduta-consigliare-on-line-dapollonio-un-successo https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/05/27/isernia-prima-seduta-consigliare-on-line-dapollonio-un-successo/#respond Wed, 27 May 2020 10:45:15 +0000 http://www.ilgiornaledelmolise.it/?p=145194 Giacomo d’Apollonio: «Nonostante le polemiche degli ultimi giorni, l’odierna seduta del Consiglio comunale si è svolta regolarmente in videoconferenza, ovvero nel rispetto delle modalità previste dal Dpcm dello scorso 17 maggio, senza alcuna preclusione della libera espressione democratica dell’intera assise. Voglio ringraziare tutti i Consiglieri presenti che, con senso di responsabilità e spirito di collaborazione, prioritariamente mossi dall’interesse per la città, hanno deciso di intervenire. Il Consiglio si è espresso all’unanimità su una proposta di delibera, condivisa con le minoranze, che prevede la deroga a un articolo del vigente regolamento in materia di dehors, consentendo per l’anno in corso l’allestimento degli spazi esterni dati in concessione, anche con materiali in resina e pvc, pur sempre nel rispetto del decoro urbano. Si è così concluso l’iter normativo che consentirà ai titolari delle esercizi di ottenere in concessione gli spazi pubblici, pratiche sulle quali già da settimane sono al lavoro l’ufficio Suap e l’assessore Dall’Olio con l’intento di favorire in ogni modo possibile la ripresa delle attività».

]]>
https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/05/27/isernia-prima-seduta-consigliare-on-line-dapollonio-un-successo/feed/ 0
Isernia, la Polizia emette cinque provvedimenti di avviso orale https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/05/27/isernia-la-polizia-emette-cinque-provvedimenti-di-avviso-orale/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=isernia-la-polizia-emette-cinque-provvedimenti-di-avviso-orale https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/05/27/isernia-la-polizia-emette-cinque-provvedimenti-di-avviso-orale/#respond Wed, 27 May 2020 10:37:16 +0000 http://www.ilgiornaledelmolise.it/?p=145191 Prosegue l’attività di prevenzione della Polizia di Stato a tutela della sicurezza dei cittadini, anche attraverso l’emissione di provvedimenti nei confronti di persone che, per le loro condotte, siano ritenute pericolose per la sicurezza pubblica

Il Questore di Isernia Roberto Pellicone ha emesso 5 provvedimenti di Avviso Orali in ottemperanza all’ art. 4 del D. Lgs. 159/2011, nei confronti di altrettante persone, residenti in questa provincia, di età compresa tra i 21 ed i 51 anni.

Gli stessi, appartenenti alla criminalità comune, annoverano a loro carico numerosi precedenti di polizia e, in particolare, reati contro la persona, la famiglia e il patrimonio, guida sotto l’effetto di alcol e sostanze psicotrope, porto di armi ed oggetti atti ad offendere, reati contro la P.A. e, in alcuni casi, dediti allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Dopo approfonditi accertamenti da parte di questa Divisione Anticrimine, sulla base di elementi di fatto, sono stati ritenuti tutti dediti a traffici delittuosi.

Gli stessi sono stati invitati a tenere un comportamento conforme alla legge con l’avvertimento che, in caso di inottemperanza, potranno essere proposti da questo ufficio per l’applicazione di una misura più grave.

]]>
https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/05/27/isernia-la-polizia-emette-cinque-provvedimenti-di-avviso-orale/feed/ 0
Isernia. Pulizia sterpaglie, c’è l’ordinanza del sindaco https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/05/25/145095/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=145095 https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/05/25/145095/#respond Mon, 25 May 2020 17:48:46 +0000 http://www.ilgiornaledelmolise.it/?p=145095 E’ stato pubblicato all’albo pretorio online del Comune di Isernia un avviso, a firma del sindaco Giacomo d’Apollonio, riguardante le «Disposizioni per l’esecuzione di attività di taglio erba, profilatura di siepi e rami di alberi, pulitura delle aree private confinanti con strade comunali e vicinali».
Nella premessa a tale atto si evidenzia che negli scorsi anni, all’interno del territorio comunale, è stata rilevata, durante la stagione estiva, la presenza di terreni incolti per i quali i proprietari avevano tralasciato qualsiasi intervento di manutenzione, con la crescita non controllata di vegetazione spontanea e conseguente pericolo anche per la viabilità veicolare e pedonale, a causa della mancata regolazione di siepi o potatura di alberature sporgenti oltre il ciglio stradale o per la presenza di rovi che invadevano la sede stradale.

Nella Disposizione si pone in rilievo come le situazioni di incuria e cattiva manutenzione sopra descritte siano state rilevate anche nelle zone residenziali e possano favorire la proliferazione di animali in genere e, in particolare, di ratti, serpi e insetti nocivi che facilmente completano il loro ciclo vitale nei luoghi con accumuli di materiali vegetali. L’abbandono di tali materiali e l’incuria possono creare problemi di igiene, di salute pubblica e di rischio per la propagazione di incendi, con conseguente grave pregiudizio per l’incolumità delle persone e dei beni.
Nel medesimo atto, il sindaco ricorda che le fattispecie sopra esposte sono disciplinate dal «Regolamento comunale di polizia rurale», facendo presente che i proprietari, conduttori o detentori a qualsiasi titolo di aree verdi sono tenuti al rispetto delle norme di tale Regolamento, in particolare degli articoli 6 e 14:

Art. 6 – Pulitura dei terreni incolti.– I proprietari devono conservare i terreni agricoli incolti liberi, da rifiuti ed effettuare gli interventi gestionali necessari per non arrecare danni a persone e fondi limitrofi e per prevenire l’insorgenza di emergenze sanitarie o di igiene pubblica. Sono assimilate ai terreni di cui sopra le aree che, pur avendone la destinazione, non sono state ancora edificate e che dovranno pertanto essere mantenute libere da rifiuti e regolarmente falciate in modo che l’erba non superi mai l’altezza massima di cm 40.

Art. 14 – Alberi e siepi lungo la strada. Recisione di rami protesi.– I proprietari devono tenere regolate le siepi vive esistenti ai lati dei marciapiedi, delle strade pubbliche e/o soggette ad uso pubblico in modo che non restringano o danneggino le strade stesse e non siano di in trai ciò al transito veicolare e al passaggio pedonale. Sono altresì obbligati a tagliare i rami delle piante che si protendono oltre il ciglio delle strade suddette.

La Disposizione, inoltre, rende noto che sono state emanate direttive affinché la Polizia municipale effettui, nell’immediato e con continuità, accurati controlli per verificare il rispetto delle previsioni regolamentari in oggetto. In caso di inosservanza sarà applicata la sanzione amministrativa da 25 a 500 euro, ai sensi dell’articolo 35 del citato regolamento comunale.
In caso di inadempienze che comportino accertate situazioni di emergenza sanitaria o di igiene pubblica, ovvero di grave pericolo per l’incolumità pubblica e la sicurezza urbana, il Comune si riserva di adottare ordinanze contingibili e urgenti, ai sensi degli articoli 50 e 54 del T.U. 267/2000, e, in caso di ulteriore inadempimento, a provvedere d’ufficio a spese degli interessati, senza pregiudizio dell’azione penale per i reati in cui i responsabili siano incorsi.

]]>
https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/05/25/145095/feed/ 0
Convocazione d’urgenza per il consiglio comunale di Isernia https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/05/25/convocazione-durgenza-per-il-consiglio-comunale-di-isernia/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=convocazione-durgenza-per-il-consiglio-comunale-di-isernia https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/05/25/convocazione-durgenza-per-il-consiglio-comunale-di-isernia/#respond Mon, 25 May 2020 17:42:17 +0000 http://www.ilgiornaledelmolise.it/?p=145094 Il Consiglio comunale di Isernia è stato convocato, in seduta d’urgenza, per le ore 17 di domani 26 maggio in prima convocazione, e per giovedì 28 maggio, alla stessa ora, in seconda convocazione.

Un solo argomento all’ordine del giorno:
1) Nuovo regolamento in materia di dehors. Deroga temporanea alle disposizioni del paragrafo 4.2 del manuale tecnico.

Il Consiglio si terrà in videoconferenza. La diretta streaming della seduta sarà, come di consueto, trasmessa dalla testata giornalistica ‘Isernia Informa’, e potrà essere seguita tramite il link presente sulla Hp del sito web del Comune di Isernia.

]]>
https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/05/25/convocazione-durgenza-per-il-consiglio-comunale-di-isernia/feed/ 0
Isernia, medico aggredito e picchiato al Veneziale https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/05/25/isernia-medico-aggredito-e-picchiato-al-veneziale/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=isernia-medico-aggredito-e-picchiato-al-veneziale https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/05/25/isernia-medico-aggredito-e-picchiato-al-veneziale/#respond Mon, 25 May 2020 17:25:23 +0000 http://www.ilgiornaledelmolise.it/?p=145089 Aggressione a pugni in faccia per un medico anestesista.

Il grave episodio di cronaca al Veneziale di Isernia, dove, un dirigente medico anestesista, David Di Lello, è stato aggredito e malmenato dal parente di un ricoverato.

Otto i giorni di prognosi per il pugno ricevuto in pieno volto.

Lo stesso David Di Lello ha raccontato così quanto accaduto. “Ero stato chiamato come rianimatore in chirurgia, sono entrato in una stanza e mi sono sentito chiedere se fossi un medico rianimatore. Subito dopo ho sentito un dolore fortissimo all’orecchio. Poi sono andato prima al Pronto Soccorso e poi in questura per la denuncia. Tutto questo – aggiunge – è inammissibile in un ospedale. E’ gravissimo”.

Il dottor Di Lello ha chiesto tutela anche all’Asrem, chiedendo l’avvio di una indagine interna.

]]>
https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/05/25/isernia-medico-aggredito-e-picchiato-al-veneziale/feed/ 0