Redazioneisernia – Il Giornale del Molise https://www.ilgiornaledelmolise.it Il quotidiano a portata di mouse Mon, 12 Oct 2020 14:18:02 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=5.5.1 “Silvia sarà l’angelo custode della sua famiglia”, commovente saluto all’undicenne studentessa dell’Andrea d’Isernia https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/12/silvia-sara-langelo-custode-della-sua-famiglia-commovente-saluto-allundicenne-studentessa-dellandrea-disernia/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=silvia-sara-langelo-custode-della-sua-famiglia-commovente-saluto-allundicenne-studentessa-dellandrea-disernia https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/12/silvia-sara-langelo-custode-della-sua-famiglia-commovente-saluto-allundicenne-studentessa-dellandrea-disernia/#respond Mon, 12 Oct 2020 14:18:02 +0000 http://www.ilgiornaledelmolise.it/?p=153668 E’ arrivato in una piccola bara bianca il corpicino di Silvia Pizzanelli, nella chiesa del Sacro Cuore di Isernia. Ad accogliere il feretro per l’ultimo saluto, i sindaci di Isernia e Macchiagodena, i ragazzi e i docenti dell’Andrea d’Isernia. Qualche polemica per il divieto di ingresso per i suoi compagni di scuola. L’Andrea è infatti chiusa per Covid ed è stato proibito il loro ingresso per evitare pericoli di contagio. “Silvia sarà l’angelo custode dell sua famiglia, ha detto il sacerdote nella sua omelia”. (nella foto la famiglia di Silvia).

]]>
https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/12/silvia-sara-langelo-custode-della-sua-famiglia-commovente-saluto-allundicenne-studentessa-dellandrea-disernia/feed/ 0
Nuovo caso di covid a Isernia, anziano in Rianimazione https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/08/nuovo-caso-di-covid-a-isernia-anziano-in-rianimazione/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=nuovo-caso-di-covid-a-isernia-anziano-in-rianimazione https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/08/nuovo-caso-di-covid-a-isernia-anziano-in-rianimazione/#respond Thu, 08 Oct 2020 12:05:24 +0000 http://www.ilgiornaledelmolise.it/?p=153514

Nuovo caso di Covid a Isernia, questa volta passato per il Pronto Soccorso, che ha dimostrato come il reparto diretto da Lucio Pastore riesca immediatamente a individuare situazioni a rischio, isolandole, nella cosiddetta Area Grigia, per evitare pericolose contaminazioni con gli altri pazienti del reparto. Si tratta di un uomo anziano, di 83 anni, arrivato al Pronto Soccorso con sintomi di polmomite. I sanitari, non fidandosi della particolarità della patologia in atto, hanno ricoverato il paziente nell’area grigia, un settore di isolamento. Qui hanno sottoposto l’uomo a due tamponi, prima quello istantaneo e poi quello standard. Entrambi hanno dato esito positivo e il paziente, con sintomi di polmonite interstiziale da Covid, è stato trasportato d’urgenza in ambulanza al Cardarelli, dov’è ricoverato in terapia intensiva.

A stamattina, quindi, sono quattro i casi di Covid a Isernia: due studenti, del Cuoco e del Fermi, in isolamento nelle proprie case. Due anziani ricoverati a Campobasso, uno agli Infettivi e l’ultimo in Rianimazione.

Ma dal Veneziale arriva anche un’altra notizia, questa volta buona.

È infatti entrata in servizio, nel reparto di radiologia, diretto dal dottor Gianni Di Pilla, una Tac a 128 strati di ultima generazione, che si affianca alla Tac già in funzione al Veneziale. Ad oggi, Radiologia può così contare su una gamma di apparecchiature completa, che va dalle tradizionali macchine per i raggi, a quella per la mammografia, a diversi ecografi di ultima generazione, alle due Tac, tra cui quella appena arrivata a 128 strati, in grado di avere una risoluzione eccezionale, per finire con la risonanza magnetica. Notevole anche l’afflusso a Isernia di numerosi utenti di fuori regione, che alimentano così la redditività economica del servizio di radiologia.

]]>
https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/10/08/nuovo-caso-di-covid-a-isernia-anziano-in-rianimazione/feed/ 0
Di Clemente: “Le bombe su Isernia furono anche responsabilità dei Fascisti” https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/09/10/di-clemente-le-bombe-su-isernia-furono-anche-responsabilita-dei-fascisti/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=di-clemente-le-bombe-su-isernia-furono-anche-responsabilita-dei-fascisti https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/09/10/di-clemente-le-bombe-su-isernia-furono-anche-responsabilita-dei-fascisti/#respond Thu, 10 Sep 2020 17:50:18 +0000 http://www.ilgiornaledelmolise.it/?p=152201

Solo danni collaterali, così, provocatoriamente, Tiziano Di Clemente nell’anniversario del bombardamento di Isernia. Il coordinartore regionale del Pcl afferma: “Per chi ordinò quelle bombe su Isernia le vite spezzate dei suoi abitanti erano solo “danni collaterali” e in questo metodo si coglie tutto il disprezzo per la vita proprio di governi e i capi di eserciti imperialisti, siano essi “democratici” o fascisti.

Le inutili bombe angloamericane, facendo peraltro da sponda alla falsa propaganda fascista, procurarono diffusamente solo migliaia di vittime innocenti e danni ai preziosi beni culturali, tra una popolazione civile già stremata, da barbare stragi e razzie ad opera della feccia criminale nazifascista anche nella nostra zona di Isernia e nel Molise.

Fermo restando che anche la strage di innocenti del 10 settembre 1943 subita dalla popolazione di Isernia ha alla sua radice il disastro in cui fu trascinata la popolazione italiana dal regime monarchico fascista.

Tutto questo mentre gli eroici partigiani liberavano le principali città italiane dalla barbarie di Mussolini e Hitler per costruire una società senza più guerre e fatta di liberi ed eguali, attesa poi tradita con la complicità della burocrazia stalinista, avendo ripreso il potere quelle stesse classi possidenti che avevano portato al disastro del fascismo.

Ricordare e onorare le vittime dell’eccidio perpetrato a Isernia dall’esercito USA come per le altre, significa fare tesoro della lezione storica e sociale che ne deriva, contro le guerre e gli orrori generate dal sistema capitalistico, sia esso “liberal democratico” o fascista, tanto più per le nuove generazioni in questi tempi di aberranti rigurgiti nazifascisti e razzisti”.

 

]]>
https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/09/10/di-clemente-le-bombe-su-isernia-furono-anche-responsabilita-dei-fascisti/feed/ 0
Via all’apertura delle iscrizioni allo C.P.I.A. di Isernia https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/09/10/via-allapertura-delle-iscrizioni-allo-c-p-i-a-di-isernia/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=via-allapertura-delle-iscrizioni-allo-c-p-i-a-di-isernia https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/09/10/via-allapertura-delle-iscrizioni-allo-c-p-i-a-di-isernia/#respond Thu, 10 Sep 2020 17:16:56 +0000 http://www.ilgiornaledelmolise.it/?p=152199 Si comunica che sono aperte le iscrizioni al Centro Provinciale Istruzione per Adulti di Isernia per l’Anno Scolastico 2020/21. Il CPIA opera nelle sedi di Agnone sita in Viale Dè Horatiis, 1, e nel capoluogo pentro in Corso Garibaldi n. 45. L’offerta formativa comprende i seguenti corsi rivolti a stranieri e adulti italiani: Corso di alfabetizzazione per il conseguimento delle certificazioni linguistiche livelli A1 e A2; Corso di I° livello per il conseguimento del titolo di studio conclusivo del I° livello d’istruzione (ex licenza media); Corsi di informatica e inglese per il conseguimento delle relative certificazioni; Per informazioni è possibile telefonare al numero 0865/4145444 o visitare il sito www.cpiaisernia.edu.it E’ possibile iscriversi ai corsi sopraindicati scaricando il modulo di iscrizione dal sito istituzionale e inviandolo debitamente compilato e sottoscritto all’indirizzo mail ismm11100p@istruzione.it

]]>
https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/09/10/via-allapertura-delle-iscrizioni-allo-c-p-i-a-di-isernia/feed/ 0
Sospeso il pullman degli studenti per Cassino, la protesta parte da Isernia https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/09/10/sospeso-il-pullman-degli-studenti-per-cassino-la-protesta-parte-da-isernia/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=sospeso-il-pullman-degli-studenti-per-cassino-la-protesta-parte-da-isernia https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/09/10/sospeso-il-pullman-degli-studenti-per-cassino-la-protesta-parte-da-isernia/#respond Thu, 10 Sep 2020 16:56:09 +0000 http://www.ilgiornaledelmolise.it/?p=152197 Leopoldo Di Filippo, presidente del Cocopro Inail Molise, chiede il ripristino di un importante servizio di trasporto pubblico:

“In data odierna, apprendiamo sul sito dell’Azienda Trasporti Molise (ATM), che la stessa ha provveduto a sospendere il servizio scolastico Isernia-Venafro-Cassino. Di conseguenza, gli studenti che dall’Alto Molise devono recarsi presso gli istituiti siti a Cassino, avranno due opzioni: o prendere l’affollatissimo treno Campobasso – Roma, con partenza da Venafro alle 7:08 e con arrivo alle 7.34 , che normalmente arriva da Isernia già pieno, oppure prendere l’unico bus disponibile alle 07:45 ,che però arriverebbe non in orario utile per l’inizio delle lezioni. Non si capisce come mai, in tempi di Covid-19, si debbano sospendere le corse degli autobus quando gli stessi non possono ospitare la capienza massima disponibile. Quindi, auspichiamo che immediatamente venga ripristinata tale corsa e, anzi, eventualmente aumentate le corse Isernia-Venafro-Cassino , in modo da consentire la massima sicurezza in tema di norme anti -contagio all’interno degli autobus”.

 

]]>
https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/09/10/sospeso-il-pullman-degli-studenti-per-cassino-la-protesta-parte-da-isernia/feed/ 0
Isernia, strade chiuse per rifacimento manto bituminoso https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/09/10/isernia-strade-chiuse-per-rifacimento-manto-bituminoso/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=isernia-strade-chiuse-per-rifacimento-manto-bituminoso https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/09/10/isernia-strade-chiuse-per-rifacimento-manto-bituminoso/#respond Thu, 10 Sep 2020 16:46:18 +0000 http://www.ilgiornaledelmolise.it/?p=152196
Sono iniziati, in diverse strade del centro cittadino, le opere di rifacimento del manto bituminoso, annunciate alcuni giorni or sono dall’assessore comunale alla viabilità, Domenico Chiacchiari.
«Sono lavori di posa in opera di conglomerati che servono a rinnovare la superficie carrabile delle strade – ha detto l’assessore Chiacchiari –. Le opere interesseranno sia le frazioni sia il centro cittadino e sono iniziate da un paio di giorni.
Il Comune – ha aggiunto l’assessore – si è avvalso della tipologia contrattuale dell’Accordo Quadro, che concede il vantaggio di semplificare le procedure, impegnando la ditta appaltatrice a intervenire prontamente ogniqualvolta ve ne sia la necessità per cause imprevedibili o comunque straordinarie. Il pronto intervento – ha concluso Chiacchiari – è una misura innovativa che potrà garantire la rapida risoluzione di vari problemi legati alla viabilità».
Per consentire il rifacimento del manto bituminoso, con apposita ordinanza comunale, è stato disposto il divieto di sosta con rimozione forzata, dalle ore 6:00 alle ore 18:00 di domani, in Via Gorizia e Via San Leucio, tratto compreso tra Viale dei Pentri e il passaggio a livello, direzione Via San Leucio (ambo i lati).
]]>
https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/09/10/isernia-strade-chiuse-per-rifacimento-manto-bituminoso/feed/ 0
Isernia, queste le scuole in cui si voterà il 20 e 21 settembre https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/09/10/isernia-queste-le-scuole-in-cui-si-votera-il-20-e-21-settembre/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=isernia-queste-le-scuole-in-cui-si-votera-il-20-e-21-settembre https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/09/10/isernia-queste-le-scuole-in-cui-si-votera-il-20-e-21-settembre/#respond Thu, 10 Sep 2020 16:43:16 +0000 http://www.ilgiornaledelmolise.it/?p=152194
Per consentire l’allestimento dei seggi e lo svolgimento delle operazioni di votazione in alcune scuole di Isernia, il sindaco Giacomo d’Apollonio, con apposita ordinanza, ha disposto la sospensione di ogni attività – dalle ore 14 di venerdì 18 settembre, all’intera giornata di martedì 22 settembre – nei seguenti plessi:
A) Edificio scolastico in legno di Via Umbria “M. Iavagnilio” in consegna all’I.C. Giovanni XXIII di Isernia;
B) Istituto Magistrale “V. Cuoco” di Via Giovanni Berta;
C) Scuola Primaria “San Lazzaro” di Via A. Moro;
D) Scuola dell’infanzia e primaria “San Pietro Celestino”, presso ex V Settore;
E) Scuola Media Giovanni XXIII di Corso Garibaldi 41 (per gli uffici di segreteria nello stesso allocati).
]]>
https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/09/10/isernia-queste-le-scuole-in-cui-si-votera-il-20-e-21-settembre/feed/ 0
Migranti, la Finanza sequestra un milione a un Centro d’accoglienza della provincia di Isernia https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/09/10/migranti-la-finanza-sequestra-un-milione-a-un-centro-daccoglienza-della-provincia-di-isernia/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=migranti-la-finanza-sequestra-un-milione-a-un-centro-daccoglienza-della-provincia-di-isernia https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/09/10/migranti-la-finanza-sequestra-un-milione-a-un-centro-daccoglienza-della-provincia-di-isernia/#respond Thu, 10 Sep 2020 16:37:32 +0000 http://www.ilgiornaledelmolise.it/?p=152190 Nella giornata di oggi, giovedì 10 settembre, il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Isernia al comando del Colonnello Vito Simeone, in esecuzione di un Decreto di sequestro preventivo emesso dal GIP presso il Tribunale di Isernia Michele Caroppoli, ha proceduto a perquisizioni e sequestri nei confronti di una nota società impegnata nell’accoglienza ai migranti nella Provincia di Isernia e dei suo amministratori, ponendo sotto sequestro finalizzato alla confisca dirette e per equivalente beni, valori e liquidità nella disponibilità di questi per un valore pari ad oltre un milione di euro, corrispondenti all’illecito profitto ottenuto in seguito alla commissione di diversi reati fiscali finalizzati all’evasione di imposte dirette ed indirette quali i delitti di utilizzo di fatture relative ad operazioni inesistenti, di indebita compensazione e di dichiarazione infedele. Il sequestro preventivo oggi eseguito è stato richiesto dalla Procura di Isernia all’esito delle indagini svolte dal Gruppo della Guardia di Finanza di Isernia diretto dal Capitano Lorenzo Musone, coordinate dal Sost Proc Dott. Alessandro Iannitti sotto la direzione del Procuratore della Repubblica Carlo Fucci, nell’ambito delle quali è emerso che la società, tramite i suoi amministratori di fatto e di diritto, ha negli anni a il 2016-2017-2018 sottratto a tassazione una somma pari ad euro 1.120217 utilizzando, tra l’altro, fatture false in quanto emesse da una società terza compiacente a fronte di operazioni giustificative mai effettivamente realizzate, in taluni casi è stato possibile riscontrare che, al fine di dissimulare la liceità delle stesse, le prestazioni fatturate erano addirittura pagate mediante bonifico alla società emittente, la quale poi provvedeva a restituire tali somme direttamente all’amministratore di fatto, decurtate del prezzo della prestazione resa con l’emissione delle false fatture. I sequestri effettuati, sottraendo alla società e, per equivalente, ai suoi amministratori le somme corrispondenti al profitto ottenuto, quale risparmio di spesa fiscale da parte della società, dalla attività criminale, impediranno ai colpevoli di godere di tali illeciti guadagni e di operare sul mercato falsando, grazie agli introiti illeciti, la concorrenza con le tante altre società operanti nel medesimo settore nel rispetto delle regole, permettendo altresì allo Stato di recuperare, al momento della futura confisca, quanto sottratto all’erario.

]]>
https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/09/10/migranti-la-finanza-sequestra-un-milione-a-un-centro-daccoglienza-della-provincia-di-isernia/feed/ 0
Isernia, CasaPound ricorda il martirio della città sotto i bombardamenti americani del 1943 https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/09/10/isernia-casapound-ricorda-il-martirio-della-citta-sotto-i-bombardamenti-americani-del-1943/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=isernia-casapound-ricorda-il-martirio-della-citta-sotto-i-bombardamenti-americani-del-1943 https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/09/10/isernia-casapound-ricorda-il-martirio-della-citta-sotto-i-bombardamenti-americani-del-1943/#respond Thu, 10 Sep 2020 10:28:20 +0000 http://www.ilgiornaledelmolise.it/?p=152143

Isernia, 10 settembre – ’10 settembre 1943 Isernia non dimentica’. Questo il testo dello striscione affisso in nottata da CasaPound Italia per ricordare il devastante bombardamento alleato sulla città del 10 settembre 1943. “Quella tragica mattinata di settantasette anni fa – afferma CasaPound Italia in una nota – i bombardieri americani si accanirono spietatamente sulla città di Isernia, nonostante l’Italia avesse ufficialmente firmato l’‘armistizio’ con le forze alleate. Centinaia di persone persero la vita sotto le bombe americane che furono sganciate con criminale imperizia nel tentativo, non riuscito, di abbattere il ponte di Santo Spirito, e che caddero invece sulle aree residenziali”.

“A questo primo bombardamento – prosegue la nota – ne seguirono altri nei giorni successivi, che aggiunsero lutti a lutti e ridussero la città ad un campo di macerie. Di questi gravissimi crimini contro i civili nessuno ha dovuto darne conto, perché compiuti dai ‘liberatori’, e la stessa storiografia ancora oggi fatica a parlarne. Pertanto, riteniamo massimamente doveroso ogni anno ricordarli, affinchè il martirio della nostra città non venga dimenticato, ed in serata ci recheremo presso il monumento per omaggio floreale alle vittime”.

]]>
https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/09/10/isernia-casapound-ricorda-il-martirio-della-citta-sotto-i-bombardamenti-americani-del-1943/feed/ 0
Stefano Buono: “Venafro tagliata fuori dai flussi turistici, le colpe del Comune” https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/09/10/stefano-buono-venafro-tagliata-fuori-dai-flussi-turistici-le-colpe-del-comune/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=stefano-buono-venafro-tagliata-fuori-dai-flussi-turistici-le-colpe-del-comune https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/09/10/stefano-buono-venafro-tagliata-fuori-dai-flussi-turistici-le-colpe-del-comune/#respond Thu, 10 Sep 2020 09:34:12 +0000 http://www.ilgiornaledelmolise.it/?p=152141

Stefano Buono consigliere Pd di Venafro parla di una città tagliata fuori dai flussi turistici che hanno investito il Molise per colpa del Comune: “Quest’anno, grazie soprattutto alle problematiche legate alla pandemia Covid – 19, abbiamo registrato un interessamento turistico sicuramente maggiore verso il Molise rispetto agli anni passati. Le maggiori ed oggettive difficoltà nel programmare vacanze all’estero ci hanno regalato, infatti, un turismo lento e di prossimità che ha indotto tante e tanti a scoprire i nostri borghi e le nostre bellezze naturalistiche. Nei prossimi mesi capiremo, analizzando concretamente i numeri, l’intensità reale di questo fenomeno. Particolarmente grave che ciò non sia avvenuto per la Città di Venafro che, invece, anche in virtù della sua particolare posizione geografia, essendo la “porta del Molise”, dovrebbe essere quella maggiormente interessata. Un interessamento che dovrebbe esserci in special modo per la grandezza e la bellezza di un centro storico straordinario, caratterizzato da piazze suggestive e palazzi importanti, ricco di storia e di monumenti di rilievo assoluto, dal Museo di Santa Chiara al Castello Pandone, dalle importanti chiese alla parte della Città di origine romana. Un flusso di visitatori che dovrebbe essere agevole ricevere anche in virtù delle bellezze naturalistiche e paesaggistiche, dal Parco dell’olivo alle Oasi naturalistiche “ le mortine. Venafro, terra di ortaggi e acque sorgive, ricca di storia e nella posizione geografica migliore, resta totalmente esclusa. Se non fosse per l’attività del MIBACT, dei volontari che gestiscono il punto d’informazione turistico e di qualche associazione culturale, ai quali bisogna esprimere un profondo e sincero sentimento di gratitudine, Venafro sarebbe inesistente. E del tutto inesistente, infatti, risulta qualsiasi attività di programmazione e coordinamento turistico e di marketing territoriale da parte di questa amministrazione Comunale. Un’amministrazione Comunale che non riesce neanche a dare un minimo di decoro urbano e di ordine anche alla parte nuova della Città rendendola simile ad una periferia di una grande Città. Questo è lo spettacolo che si trovano davanti coloro i quali attraversano Venafro. Questa è la realtà dalla quale, purtroppo, occorre partire per porre rimedio e tentare di invertire la rotta”.

]]>
https://www.ilgiornaledelmolise.it/2020/09/10/stefano-buono-venafro-tagliata-fuori-dai-flussi-turistici-le-colpe-del-comune/feed/ 0