15.7 C
Campobasso
domenica, Maggio 26, 2024

Basket, serie B, la Molisana Magnolia, parte la serie di finale per il terzo posto. Recuperate Moffa, Moscarella e Rizzo. Il piano partita del tecnico Diotallevi: «Far emergere le nostre qualità»

SportBasket, serie B, la Molisana Magnolia, parte la serie di finale per il terzo posto. Recuperate Moffa, Moscarella e Rizzo. Il piano partita del tecnico Diotallevi: «Far emergere le...

Un nuovo incrocio che potrebbe regalare in caso di successo la proiezione sulla fase nazionale con prospettiva l’A2. Il gruppo junior La Molisana Magnolia Campobasso inizia, nell’ultimo sabato del mese di aprile, il percoso della finale per il terzo posto nella finale playoff della serie B con Campania, Puglia, Basilicata e Calabria.  Di fronte a loro i #fiorellinidacciaio di coach Gabriele Diotallevi avranno di fronte l’Agropoli Paestum che, al pari delle rossoblù, è l’impianto giovanile (segnatamente under 19) di Battipaglia, che va a rimpolpare anche il roster della prima squadra di A1.  Proprio quest’aspetto – in considerazione anche dell’appuntamento playout domenicale delle campane a Faenza – farà sì che, su richiesta delle ospiti, la gara avrà una palla a due anticipata di mezz’ora (alle 17.30) con direzione arbitrale affidata al partenopeo Stefano Pezzella ed al casertano Mattia Mandato.

ALLUNGARE IL VIAGGIO Dalla loro, le campobassane hanno la forte determinazione di voler allungare la propria stagione e proiettarla sull’intero mese di maggio, sia per consentire agli elementi impegnati anche con l’under 17 di avere una preparazione di spessore in vista delle finali nazionali di Roseto sia per dare ulteriori occasioni di gioco al gruppo dell’under 19, fresco del titolo tricolore. «L’intento è quello – riconosce alla vigilia lo stesso coach Diotallevi – per poter proseguire nel nostro percorso di crescita, che rappresenta il faro di questo gruppo».

Benedetta Bocchetti ai tiri liberi

ULTIME DELLA VIGILIA Ovviamente con certezza senza Emma Giacchetti e Blanca Quiñonez impegnate con la prima squadra il giorno successivo a Sesto San Giovanni e con Emanuela Trozzola che – al pari delle colleghe campane – potrebbe fare la spola con l’impegno della prima squadra, seppur ancor un po’ incerottata la formazione rossoblù ritroverà la colombiana Marta Moscarella e Giorgia Moffa con Alessandra Rizzo che, solo nelle scorse ore, è tornata ad allenarsi dopo quasi tre settimane di stop. Con certezza, invece, sarà fuori dalle rotazioni Giorgia Boraldo, ancora alle prese con un problema fisico.

SULL’ALTRO FRONTE Affidate alla coach Federica Di Pace, sul versante avverso le molisane troveranno un team «con un destino comune al nostro – spiega Diotallevi – con giovani interessanti, elementi come le sorelle Chiovato, due interne con maggiore esperienza quale Mini e Chiapperino ed altre rotazioni che sono la base dell’under 19 contro cui ci siamo confrontati proprio al PalaZauli in occasione delle semifinali scudetto di categoria a fine marzo (in quella circostanza le rossoblù ebbero la meglio col punteggio di 70-53, andando poi a proiettarsi sulla finale contro Costa Masnaga). Entrambe ci ritroviamo a convivere anche con la post-season delle prime squadre che si farà sentire su questa serie e, da parte nostra, speriamo di avere problemi di convocazione anche per gara due del primo maggio a Battipaglia perché potrebbe voler dire essere arrivati alla ‘bella’ nella serie dei quarti playoff contro la Geas per il team di A1».

PIANO PARTITA Quanto al game plan elaborato per la circostanza, le idee del trainer rossoblù sono molto chiare: «Di fronte – riconosce – avremo una buona squadra che non fa grosse forzature e riesce a mantenere alta l’intensità, come avvenuto anche nelle due sfide contro Taranto ai quarti di finale. Sarà importante, in tal senso, provare a far emergere le nostre qualità, cercando, per quanto possibile, di riuscire ad indirizzare al meglio l’andamento della contesa».

Paola Mascia in azione

PROSPETTIVA UNDER Peraltro – per ironia della sorte – per il team vincente questa serie (che avrà gara due mercoledì primo maggio alle 20.30 al PalaZauli di Battipaglia e l’eventuale gara tre sabato 4 maggio alle ore 18 all’Arena) ci sarà la prospettiva di uno spareggio per l’inserimento nei concentramenti nazionali previsto nei due weekend dell’11 e 12 (in Sicilia) e del 18 e 19 maggio contro l’I have a team di Ragusa, ensemble giovanile (under 19) di un’altra formazione di A1, che ha alcune sue rotazioni che vanno ad integrare la prima squadra impegnata nei quarti dei playoff scudetto: ossia la Virtus Eirene. La vincente sarà poi inserita nel concentramento 2 con semifinale (weekend del 25 e 26 maggio e del primo e due giugno) contro la vincitrice del torneo di serie B del Triveneto ed eventuale finale con andata in esterna (8 o 9 giugno) e ritorno in casa (15 o 16 giugno) contro la formazione che uscirà col successo dalla semifinale tra la vincitrice del torneo di cadetteria piemontese e la seconda dell’omologa competizione lombarda.

Ultime Notizie