17.7 C
Campobasso
domenica, Maggio 26, 2024

La congiura dei Pazzi contro l’egemonia dei Medici: a Trivento si scaldano i motori per le Amministrative

TriventoLa congiura dei Pazzi contro l’egemonia dei Medici: a Trivento si scaldano i motori per le Amministrative

La congiura dei Pazzi contro l’egemonia dei Medici: a Trivento si scaldano i motori per le Amministrative.  Il 26 aprile 1478, precisamente 546 anni fa a Firenze, andò fallita la cospirazione ordita dalla famiglia di banchieri dei Pazzi, con l’obiettivo di stroncare l’egemonia della famiglia dei Medici, governanti della Repubblica Fiorentina. Era l’ultima domenica di Pasqua, uno dei fatti di sangue più efferati e famosi della storia d’Italia si consumò nella Cattedrale di Santa Maria del Fiore. Il piano, che portò alla morte di Giuliano de’ Medici, mentre ne uscì salvo il fratello Lorenzo, ricevette l’appoggio esterno del Papato, della Repubblica di Siena, del Regno di Napoli e del Ducato di Urbino. L’insuccesso del complotto condizionò l’equilibrio del potere nell’Italia sul finire del Quattrocento e portò alle conseguenze opposte, rispetto a quelle attese: andò a rafforzare il potere e la popolarità dei Medici. I Pazzi vennero banditi da Firenze. A distanza di 546 anni da quell’evento, per le prossime Amministrative, con le urne aperte l’8 e il 9 giugno 2024, tra i 3.700 comuni che rinnoveranno il loro consiglio comunale ci saranno Firenze e anche Trivento. La storia, anche se fatta da uomini spesso se ne impadronisce e sceglie autonomamente le sue strade. Diventa molto difficile, dunque, sostenere che abbia un decorso ciclico. Chi vivrà vedrà, bisognerà attendere il verdetto del 10 giugno 2024: a 84 anni dalla dichiarazione di guerra alla Francia e Gran Bretagna, al fianco della Germania, sapremo cosa, questa volta, la storia ci proporrà.

Ultime Notizie