Home Attualità Aggressione omofoba a Pescara: 25enne molisano finisce in ospedale
Attualità - Cronaca - Evidenza - 29 Giugno 2020

Aggressione omofoba a Pescara: 25enne molisano finisce in ospedale

E’ molisano il ragazzo di 25 anni vittima di una brutale aggressione nella notte tra giovedì e venerdì scorso a Pescara. Il giovane è stato picchiato a sangue da un gruppo di sette persone, compresa una ragazza, perché gay. Il molisano, ex studente dell’Università D’Annunzio, stava rientrando a piedi a casa insieme al compagno di Pescara di 22 anni che era andato a trovare, quando poco prima dell’una di notte sul lungomare vicino alla Nave di Cascella si è imbattuto in un gruppo di ragazzi: prima gli insulti omofobi, poi il litigio e una scarica di pugni in faccia. Alcuni passanti hanno provato a difendere i due fidanzati e ne è nata una colluttazione che ha messo poi in fuga il gruppo di violenti. Il 25enne è finito in ospedale con la mandibola fratturata ed è stato sottoposto a un intervento chirurgico. La prognosi è di 30 giorni. Delle indagini si stanno occupando i carabinieri di Pescara che stanno acquisendo i filmati registrati dalle telecamere di videosorveglianza, mentre il sindaco Carlo Masci ha fatto visita in ospedale al giovane condannando l’episodio che ha definito “un’offesa alla città di Pescara” e augurandosi che gli inquirenti possano presto identificare il branco di delinquenti. Dopo l’aggressione il molisano ha riferito di non voler perdonare i suoi aggressori e di provare per loro solo pena. La notizia, comprensibilmente, è finita sui media nazionali suscitando sdegno e amarezza per un episodio che dimostra, purtroppo, quanta ignoranza ci sia ancora e quanta strada c’è ancora da fare per accettare e rispettare le persone in quanto tali, al di là dell’orientamento sessuale, del colore della pelle o del credo religioso.

Potrebbe interessanti anche:

Covid, il Molise resta in zona gialla. Migliorano tutti i parametri, tranne l’ rt che sale a 1,25. Tre le vittime nelle ultime ore e 29 i contagi

In Italia si registra un miglioramento generale sull’epidemia di Covid, con nessuna region…