Il sindaco di Frosolone Felice Ianiro

Conto alla rovescia per la riapertura dello storico edificio scolastico di piazza Alessandro Volta, a Frosolone: i lavori sono a buon punto e – salvo imprevisti dettati dalla pandemia e dalle disposizione del Governo – il taglio del nastro avverrà a settembre, all’inizio del nuovo anno scolastico. È una svolta, attesa da anni: finalmente la scuola dell’infanzia e la primaria torneranno a essere ospitate in un unico plesso. I piccoli della materna avranno a disposizione il pian terreno, mentre al primo piano ci saranno i bambini della primaria che, finalmente, potranno tutti frequentare la stessa scuola. Finora, infatti, hanno frequentato le lezioni in parte all’ostello e in parte al Colozza (ex liceo classico). L’importante conferma è arrivata direttamente dal sindaco di Frosolone, Felice Ianiro, seppur con tutte le cautele del caso, visto quanto accaduto in questi ultimi mesi. Certo è che bisogna andare avanti. Il primo cittadino non intende presentarsi a mani vuote a questo appuntamento. Per festeggiare la riapertura della scuola di piazza Volta sta pensando di istituire la figura del sindaco dei ragazzi. “Già il prossimo autunno – spiega Ianiro – puntiamo a procedere con l’elezione del consiglio comunale dei bambini. L’idea è quella di farlo riunire proprio nella scuola rimessa a nuovo, i cui lavori di ammodernamento e messa in sicurezza sono ormai prossimi alla conclusione. Ho preso già contatti con la dirigenza scolastica, oltre che con un notaio per le questioni legate allo statuto. Ma credo che in tempi ragionevoli sarà finalmente possibile eleggere a Frosolone il consiglio comunale dei ragazzi, con tanto di sindaco e vice sindaco. Questa è un’idea che mi sta davvero a cuore. Lo scopo è quello di responsabilizzare i più piccoli, di far comprendere loro quanto sia importante esercitare questo diritto. I vantaggi – prosegue – sono reciproci. I bambini conosceranno i meccanismi complessi dell’amministrazione comunale, imparando le regole della convivenza civile. Ne faranno tesoro, anche per costruire un futuro e una società migliore. Ma anche noi ne trarremo sicuro beneficio. Ascolteremo i bambini e prenderemo in seria considerazione i loro progetti, sicuramente utili a far crescere la nostra comunità. La loro freschezza e la loro vitalità – conclude Ianiro – darà a tutti una grande forza”.

Potrebbe interessanti anche:

Frosolone, sabato e domenica all’insegna dei ricordi

Ritorna come ogni anno sabato 31 luglio e domenica 1 agosto 2021 la “Piazzetta dei Ricordi…