Home Sport Sabato riparte la Lega Pro. In serie D società chiamate a scegliere sugli under da schierare
Sport - 25 Giugno 2020

Sabato riparte la Lega Pro. In serie D società chiamate a scegliere sugli under da schierare

Conclusa la prima giornata integrale nel campionato di serie A dopo lo stop forzato per l’emergenza coronavirus. Il match più atteso non ha deluso le aspettative, l’Atalanta ha superato in rimonta la Lazio per 3 a 2 al termine di una sfida bellissima. Una di quelle gare in cui, dal divano di casa, non si è sentita l’assenza di pubblico sugli spalti in virtù di un ritmo di gioco alto e tantissime occasioni da gol. Due squadre che tra andata e ritorno hanno realizzato 11 reti totali, all’andata all’Olimpico, infatti, fu la Lazio a rimontare da 0 a 3 sino al pareggio finale. Detto questo è stata una ripresa che ha ricordato di fatto le prime giornate di campionato che si vivono ad agosto. Voglia di fare, ritmi alti nelle prime battute e giocatori stremati nel secondo tempo.

il gol di Palomino

Tanti, troppi infortuni, a farne le spese diversi giocatori ed in particolare il centrocampista dell’Udinese Rolando Mandragora, legato a Campobasso da rapporti di parentela stretti a partire dal direttore generale del Campobasso Luigi Mandragora. Il centrocampista classe 97 si è infortunato seriamente nel corso della gara Torino – Udinese. La risonanza magnetica ha evidenziato la lesione del legamento crociato anteriore del ginocchio destro, a breve l’operazione. Un forte in bocca al lupo al calciatore bianconero per la riabilitazione con la ripresa che si prevede ad inizio 2021. Nella prima giornata si conferma il trend del fattore campo invertito, una variante già vista nel corso del campionato tedesco. Ovvero i numeri privilegiano le squadre in trasferta rispetto a quelle che giocano in casa, in questo turno solo Torino, Atalanta e Roma hanno portato a casa i tre punti tra le mura amiche, un 30% rispetto alle dieci gare disputate.

Rolando Mandragora

Detto del campionato maggiore, da venerdì si torna in campo anche in Lega Pro. Ripresa che parte con i playout previsti il 27 giugno, sabato, con gara di ritorno martedì 30 giugno. Insomma in 5 giorni arriveranno altre retrocessioni nel campionato di serie D. In campo anche il Picerno, che con un più 13 in classifica è stato costretto dal Consiglio Federale a scendere in campo contro il Rende per mantenere la Lega Pro. La società lucana dopo tantissime polemiche si è blindata in ritiro, agli ordini di mister Giacomarro per preparare al meglio la doppia sfida. Non solo play out, la finale di Coppa Italia Serie C 2019-2020, tra Ternanae Juventus U23, si giocherà tra due giorni, sabato 27. Gara secca al Manuzzi di Cesena, in caso di parità al termine dei tempi regolamentari, la disputa dei tempi supplementari (da 15 minuti)poi eventuali calci di rigore. Una sfida importante anche per decretare gli incroci per i play off che inizieranno mercoledì 1 luglio per concludersi con la finalissima il 22 dello stesso mese con la chiusura ufficiale della stagione. Da quel momento in poi si inizieranno a delineare gli organici per la stagione 2020/2021, con la speranza di ripescaggio da parte del Campobasso Calcio.

La Juventus Under 23 finalista di Coppa Italia

In serie D si discute sull’obbligo degli under per il nuovo campionato, con la consultazione tra le varie società. L’iniziativa del Dipartimento Interregionale scaturisce dalle numerose richieste pervenute in relazione alle classi d’età da utilizzare per i 4 calciatori “under” previsti per il prossimo campionato, in virtù della particolare situazione verificatasi a causa dell’emergenza sanitaria. Due le ipotesi sulle quali i club saranno chiamati a pronunciarsi:

A (prevista già dal Consiglio direttivo Lnd):1 calciatore classe 2000, 2 calciatori classe 2001, 1 calciatore classe 2002;

B: 1 calciatore classe 1999, 1 calciatore classe 2000, 1 calciatore classe 2001, 1 calciatore classe 2002;

La consultazione per essere valida, dovrà raggiungere il quorum minimo del 75% (114 su 152 società aventi diritto) e servirà una maggioranza superiore al 10% per vedere approvata una delle due ipotesi. In caso di mancanza del raggiungimento del quorum o della maggioranza richiesta l’utilizzo dei 4 “under” obbligatori sarà quello previsto dal Consiglio Direttivo della LND.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Calcio, ottimo avvio per Campobasso e Vastogirardi. Cantiere aperto ad Agnone

La prima di campionato porta notizie positive per Campobasso e Vastogirardi, al contrario …