Gent.mo Assessore, Caro Michele,

ti scrivo per rappresentarti la drammatica situazione in cui versano le famiglie di sette operai impiegati presso l’azienda S.I.L. s.r.l. (Società Italiana Liquori) che ha cessato la produzione nel marzo 2013 e ha attivato lo stato di crisi.

L’azienda si trova all’interno del Nucleo Industriale di Isernia-Venafro e al momento conta sette operai che da mesi sono senza stipendio e senza ammortizzatori sociali.

Infatti, pur essendo stata autorizzata la CIG in deroga dal 07 luglio al 07 novembre 2013, di fatti, non è mai partita e queste famiglie vivono una situazione drammatica, ai limiti dell’indigenza.

In pratica è dal mese di marzo che gli operai non percepiscono un euro e, ormai all’esasperazione, mi hanno illustrato la loro situazione chiedendo aiuto  al sottoscritto e alla Giunta regionale.

Ovviamente di fronte ad una situazione così precaria e di particolare urgenza sollecito un tuo interessamento affinché venga attivata di fatto la CIG in deroga richiesta e vengano pagate perlomeno le spettanze relative ai mesi di luglio e agosto al fine di dare un minimo di sollievo a queste famiglie.

Sicuro di un tuo riscontro positivo e di un immediato impegno della struttura assessorile a cui fai capo, ti ringrazio e saluto cordialmente.

 

Vincenzo Cotugno

Potrebbe interessanti anche:

Patrimonio architettonico da salvaguardare, l’appello dell’ex sindaco di Trivento Tullio Farina

Patrimonio architettonico da salvaguardare, l’appello dell’ex sindaco di Trivento Tullio F…