Pubblicato: venerdì 08 marzo, 2019 - Tempo di lettura: 2 min.

Interfibra - Internet veloce + chiamate illimitate a partire da 9  al mese Un piano di riordino turistico per la Regione. Presentata la proposta di legge firmata Michele Iorio

Il Consigliere regionale Michele Iorio ha presentato questa mattina al presidente del Consiglio regionale, Salvatore Micone, la proposta di legge sul riordino del sistema turistico nata da uno schema approvato dall’ultima Giunta di centrodestra, ma rivisto in base alle nuove disposizioni nazionali nonché alle esigenze scaturite dall’uso del web.
I dati relativi al settore turistico molisano -ha sottolineato l’ex Presidente- non sono certamente entusiasmanti se, in base all’Istat, nell’ultima rilevazione il Molise si colloca al quart’ultimo posto perdendo il 5,3% dei flussi . Il tutto mentre nel resto d’Italia si fa leva proprio sul settore turistico per rilanciare i territorio. Eppure il Molise può essere considerato il più grande villaggio turistico al mondo per diversi fattori: per estensione del territorio, per posizione, per bassa intensità e densità di popolazione per Km quadrato, per vocazione stessa al turismo. La proposta di legge, così come strutturata, si pone come obiettivo il riordino del settore turistico della regione Molise in modo moderno puntando su innovazione, formazione e competitività per sviluppare incrementi di flussi turistici e di opportunità di intrapresa, quindi in chiave occupazionale. Un obiettivo raggiungibile solo attraverso la collaborazione di soggetti pubblici e privati che, insieme e senza campanilismi, danno vita ad un nuovo “Sistema” omogeneo per la crescita di tutto il territorio. Un ruolo centrale lo avrà anche la Molise Dati perché quando parliamo di innovazione non possiamo dimenticare di avere una società in house che può e deve mettere in campo tutte le professionalità e le competenze di cui il Molise vanta. Ma perché il sistema turistico funzioni anche i privati dovranno avere potere decisionale nella programmazione e nell’individuazione del percorso da seguire.

Gli obiettivi di questa proposta di legge consistono nel:

-creare un’unica DMO denominata DMO Molise, (Destination Management Organization) ossia una organizzazione senza scopo di lucro il cui compito è promuovere una destinazione turistica. Sarà la Dmo ad occuparsi della pianificazione strategica del settore turistico realizzabile solo attraverso la partecipazione, a questa organizzazione, di soggetti pubblici e privati;
-associare tutte le imprese del settore turistico, dal front line al back office, sul modello dei Distretti d’Impresa;
-innovare il settore dando una nuova mission alla Molise Dati;
-proporre un nuovo modello di governante territoriale tra Ente Regione e Soggetti Pubblici da un lato e Soggetti Privati dall’altro;
-varare un nuovo modello di classificazione di tutte le strutture ricettive sulla base della sostenibilità, innovazione e competitività sui mercati.

“La priorità in questa fase- ha concluso l’ex Governatore- è regolamentare con legge l’intero settore così da dare organicità e fare in modo che i soggetti privati interessati siano detentori di diritti e doveri attraverso la partecipazione attiva”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

XHTML: Puoi utilizzare i seguenti tags html: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 
Il Giornale del Molise - reg. Tribunale di Campobasso n. 269 del 11/10/2001- Editoria: Editoria Innovazioni Sviluppo srl - via San Giovanni in Golfo ZI - P.IVA 01576640708
Editorialista: Pasquale Di Bello - Direttore responsabile: Manuela Petescia

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi