Pubblicato: venerdì 14 settembre, 2018 - Tempo di lettura: 2 min.

Decreto Milleproroghe, addio al bando Periferie. Sindaci sul piede di guerra

di ANNA MARIA DI MATTEO

La Camera dei deputati ha detto sì alla fiducia posta dal Governo sul decreto Milleproroghe. E con il via libera, si spengono le ultime, residue speranze , per i sindaci di 326 Comuni di poter beneficiare dei fondi previsti dal bando periferie. E’ successo proprio questo: l’approvazione del Milleproroghe ha, di fatto, affossato il provvedimento. E a nulla sono valse le rassicurazioni del parlamentare molisano del Movimento 5Stelle, Antonio Federico che aveva annunciato l’impegno del governo a rifinanziare i progetti avviati con apposito decreto, tra un paio di settimane. Il taglio delle risorse ha fatto montare su tutte le furie i sindaci che ora a stento riescono a concedere al governo una ulteriore apertura di credito. A Campobasso la notizia del via libera al Milleproroghe è stata accolta con delusione e preoccupazione dal sindaco Battista. Che insieme al collega di Isernia, D’Apollonio, insieme al vice sindaco Bibiana Chierchia, al presidente di Commissione Bucci, ha tenuto una conferenza stampa alla quale ha partecipato anche il partenariato. Il sindaco Battista ha mantenuto il profilo basso, tuttavia non ha potuto fare a meno di esprimere sconcerto per quanto è accaduto. Un fatto inspiegabile, è stato detto nel corso della conferenza stampa, perché non si comprendono le ragioni della cancellazione di un provvedimento già finanziato. Le conseguenze saranno pesantissime, con la perdita secca di 42mila posti di lavoro e una ricaduta negativa sul territorio nazionale di 9 miliardi di euro.Mercoledì prossimo è stato convocato il direttivo nazionale dell’Anci per decidere la linea da intraprendere. Nel frattempo il presidente Decaro ha annunciato che non sospenderà le relazioni istituzionali con il governo perché il premier Conte si è impegnato a risolvere il problema. Ma se non si arriverà alla soluzione, ha avvertito, i sindaci non parteciperanno più ai lavori della Conferenza Unificata. Nel frattempo, nei prossimi giorni si terrà una seduta monotematica del Consiglio comunale di Campobasso, Ma al di là delle promesse, resta un dato: il bando periferie, che avrebbe dovuto rappresentare il riscatto e la svolta per interi territori, è stato cancellato con un colpo solo. E il Molise perderà quasi trenta milioni di euro.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

XHTML: Puoi utilizzare i seguenti tags html: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 



Il Giornale del Molise - reg. Tribunale di Campobasso n. 269 del 11/10/2001- Editoria: Editoria Innovazioni Sviluppo srl - via San Giovanni in Golfo ZI - P.IVA 01576640708
Editorialista: Pasquale Di Bello - Direttore responsabile: Manuela Petescia

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi