Pubblicato: domenica 27 maggio, 2018 - Tempo di lettura: 1 min.

Isernia. “I cafoni”, presentato il libro di Antonio Tufano

Un viaggio alla riscoperta di valori forse persi per sempre. Una serie di racconti che consegnano al lettore parte della storia di Isernia. Una storia fatta di persone, luoghi, canzoni e leggende. Lo stile è volutamente semplice, ma i messaggi lasciati tra le righe racchiudono grande saggezza. C’è questo e molto altro nell’ultimo libro “I cafoni”, di Antonio Tufano. Lo ha presentato durante un incontro organizzato nell’aula consiliare di Palazzo San Francesco. Il titolo del volume – che all’apparenza può sembrare irriverente – in realtà è un omaggio a quelle persone che hanno fatto risorgere la città, più volte distrutta da terremoti e guerre. Docente in pensione, Tufano ha deciso di continuare la sua attività didattica impegnandosi nella narrativa, legando però i suoi racconti alla realtà storica di questo territorio. In questo scritto, in particolare, ci sono dei riferimenti precisi alla nascita del Regno d’Italia. A suo avviso certe pagine di storia andrebbero riscritte.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

XHTML: Puoi utilizzare i seguenti tags html: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 
Il Giornale del Molise - reg. Tribunale di Campobasso n. 269 del 11/10/2001- Editoria: Editoria Innovazioni Sviluppo srl - via San Giovanni in Golfo ZI - P.IVA 01576640708
Editorialista: Pasquale Di Bello - Direttore responsabile: Manuela Petescia

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi