Pubblicato: mercoledì 14 marzo, 2018 - Tempo di lettura: 2 min.

Andrea Greco (M5S): “Stop al patto di Pozzilli, sì alla Sanità pubblica. Il Molise sarà la prima Regione a 5 Stelle d’Italia

di PASQUALE DI BELLO

Più che la conferenza stampa del Movimento 5 Stelle, quella di stamattina sembrava la conferenza stampa dei Rolling Stones. Una ressa di fotografi e telecamere e una sala stracolma di gente hanno tenuto a battesimo la prima uscita pubblica di Andrea Greco, candidato del Movimento alla Presidenza della Regione Molise. A fargli da spalla la delegazione parlamentare al completo: Federico, Testamento, Ortis e Di Marzio, insieme alla consigliera uscente Patrizia Manzo. “Siamo ad una svolta epocale – ha detto Greco – che è partita in Italia il 4 marzo e che il 22 aprile riguarderà anche il Molise. Possiamo battere – ha aggiunto – un sistema che ha bloccato il Molise per decenni e lo faremo rimettendo al centro della politica il ruolo dei cittadini. Il Molise sarà la prima regione a 5 Stelle d’Italia” – ha promesso. Greco parla con estrema consapevolezza del ruolo che incarna e lo fa già con tono istituzionale, senza tuttavia rinunciare a temi forti che hanno caratterizzato fin dalla sua fondazione il Movimento 5 Stelle. Dice a chiare lettere: “La prima legge che faremo, non nei primi cento giorni ma nei primi cinque minuti, sarà quella del taglio lineare dei costi della politica”. Il discorso però, da questo che è un semplice dato quasi scontato per il Movimento, si sposta a quelli che saranno i cavalli di battaglia dei 5 Stelle: Sanità pubblica di qualità e contenimento del ruolo dei privati, lavoro per impedire la fuga all’estero di giovani e crevelli e poi una puntuale programmazione delle risorse europee da mettere a disposizione per la crescita del Molise. Duro l’affondo sulla Sanità. Greco parla di un vero e proprio patto, il patto di Pozzilli, che ha portato Frattura al governo nel 2013.

Nel corso della conferenza stampa Greco ha poi lanciato un’altra sfida, presentando il proprio certificato penale e quello dei carichi pendenti. Da entrambi non risulta alcuna annotazione. “Chiedo a tutti gli altri candidati presidenti e a quelli nelle liste di fare la stessa cosa”, ha detto lanciando un guanto di sfida che vedremo chi si sentirà di raccogliere. Insomma, non saranno i Rolling Stones ma sicuramente sono delle pietre che rotolano.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

XHTML: Puoi utilizzare i seguenti tags html: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 
Il Giornale del Molise - reg. Tribunale di Campobasso n. 269 del 11/10/2001- Editoria: Editoria Innovazioni Sviluppo srl - via San Giovanni in Golfo ZI - P.IVA 01576640708
Editorialista: Pasquale Di Bello - Direttore responsabile: Manuela Petescia

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi