Home Editoriali Covid, un piano per le case di riposo
Editoriali - Evidenza - Idee e opinioni - 29 Ottobre 2020

Covid, un piano per le case di riposo

di MINO DENTIZZI*

L’irruenta esplosione di epidemia di Coronavirus anche nel Molise espone drammaticamente il sistema case di riposo ad un impatto catastrofico (vedi i contagi ad Isernia).
Le case di riposo si trovano non solo a fronteggiare il virus in solitudine, ma spesso anche senza uomini e mezzi.
L’ASReM ha inviato un protocollo da seguire (scritto probabilmente da chi non è mai entrato in una struttura residenziale per anziani e dove si mettono sullo stesso piano RSA e case di riposo), protocollo con le risorse a disposizione inattuabile.
Nonostante questo, con turni massacranti, stanchezza, correndo da un ospite all’altro, con grande affanno, lavorando fino allo sfinimento, gli operatori stanno arginando il virus nella maggioranza delle strutture.
La vita degli anziani in casa di riposo durante questa emergenza è drasticamente cambiata.
Hanno vissuto lo spaesamento, la paura, l’angoscia della morte che si materializzava vedendo in tv i loro coetanei ammalarsi e morire.
Hanno ancora di più percepito la mancanza dei loro affetti, della loro casa. Le loro giornate sono diventate vuote e lunghe, scandite dalle frettolose presenze degli operatori protetti da mascherine e visiere, in attesa della loro disponibilità per un collegamento telefonico con casa.
Il virus è stato quel granellino di sabbia che entrando in questo sistema ha fatto vedere luci ed ombre, ovvero le sue tenute e anche le sue debolezze.
Ora bisogna rimboccarsi le maniche ed è necessario che il servizio sanitario metta nella sua agenda il buon funzionamento le case di riposo e si chieda: cosa sono le case di riposo? chi ospitano? quanti e quali operatori sono necessari? come gli operatori sono retribuiti? le rette sono sufficienti per l’assistenza e le cure degli ospiti? ecc.. .
Le case di riposo sono un tassello essenziale dei servizi sanitari e sociali ed è necessario anche per esse un piano straordinario di investimenti.

*geriatra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Infortunio al Nucleo: 60enne rimane schiacciato dal tir che si ribalta. Aperta un’indagine

Incidente sul lavoro oggi al Nucleo Industriale di Termoli dove un uomo di 60 anni è rimas…