Non rispondeva al telefono gli amici e i familiari preoccupati hanno allertato le forze dell’ordine.

Intervenuti i vigili del fuoco e i sanitari nell’appartamento in via Carlo Alberto nei pressi della stazione ad Ancona dove l’uomo viveva da solo: hanno sfondato la porta e hanno trovato il 44enne termolese riverso a terra nel bagno.

Sembra che l’uomo fosse morto da diverse ore.

Nei giorni precedenti l’ingegnere termolese, che viveva nel capoluogo marchigiano dipendente della Anconambiente, era risultato positivo al Covid e si trovava in isolamento a casa: le sue condizioni si erano aggravate, i vicini raccontano che lo sentivano tossire forte.

La magistratura ha disposto l’autopsia per chiarire se le cause del decesso siano riconducibili al Covid o meno.

Potrebbe interessanti anche:

Covid: 155 positivi e oltre 1200 guariti. 6 i ricoveri

Il bollettino ufficiale ASREM. In Molise si registrano 155 nuovi positivi si 1157 tamponi …