di LUIGI DI LALLO Nona giornata di ritorno nel torneo di serie d. Momento topico della stagione, il borsino delle molisane a corrente alternata. Di certo il Termoli sta vivendo un momento di grande forma. I giallorossi reduci da tre vittorie consecutive si sono rilanciati in ottica secondo posto a meno uno dal Matelica. Domenica seconda gara consecutiva in programma al Cannarsa, dopo aver sconfitto agevolmente la fermana, il termoli sta preparando il match con la civitanovese, a proposito dei marchigiani la stagione del centrocampista Matteo Coccia è da considerarsi finita. Domenica scorsa nella vittoria contro l’Isernia il calciatore classe 1990 ha riportato la rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro. Miani e compagni vogliono continuare il percorso intrapreso da qualche giornata, la prestazione senza sbavature di domenica scorsa lascia presagire una buona continuità per puntare alla vittoria. Il sorpasso al Matelica potrebbe arrivare anche in questo turno, i secondi della classe, infatti, sono impegnati nell’ostica trasferta di Fano. Le prossime gare saranno decisive dopo la civitanovese, per il termoli ci sarà la trasferta di celano e poi il big match interno proprio contro il matelica. Di certo il team del presidente Nicola Cesare sta portando in alto il nome del Molise. Vero e proprio spareggio-derby al Lancellotta tra isernia e olimpia agnonese. Padroni di casa che arrivano dall’ennesima settimana tribolata. Problemi societari, conferenze stampa dei giocatori, notizie che si rincorrono insomma la solita Babele che non sembra avere fine. Al momento non c’è una società con i giocatori che si sono impegnati a salvare il titolo e chiudere in modo dignitoso la stagione. Nel derby giornata biancoceleste con l’incasso che servirà a sanare la vertenza del giocatore Calabrese, lo scorso anno in forza all’Isernia. Match delicatissimo, l’isernia ha forse una delle ultime occasioni per rientrare in corsa almeno in ottica play out per abbandonare il penultimo posto. Al contrario la gara è vitale anche per l olimpia agnonese. Le cinque vittorie in sette giornate avevano proiettato gli alto molisani al di sopra dei play out ma gli ultimi due stop (recanatese e maceratese) hanno riportato la squadra in piena zona spareggi. Servono i tre punti anche in vista di 5 giornate, le prossime, ricche si scontri salvezza per i granata. Le assenze di Esposito e Di Lullo sono senz’altro pesanti, in particolare l’attaccente di san martino capace di cambiare sempre gli scenari di un incontro. Attesa una gara a viso aperto, un pareggio non servirebbe a nessuna delle due. Discorso a parte per il Bojano che domenica scorsa per la seconda volta non si è presentato per disputare una gara di campionato, vittoria a tavolino per il Sulmona, un punto di penalizzazioene e multa di 2,000 euro da dover pagara prima della prossima gara di campionato che ci sarà domenica a Macerata, somma che si aggiunge a quella delle vertenze dei calciaotori che ammontano a circa 27mila euro. Situazione praticamente al collasso finale.

Potrebbe interessanti anche:

Calcio, Lega Pro, da valutare Dalmazzi. Sfida importantissima contro la Vibonese

Marcia di avvicinamento alla trasferta di Vibo Valentia. Il borsino medico conta il rientr…