Pubblicato: sabato 14 luglio, 2018 - Tempo di lettura: 2 min.

Interfibra - Internet veloce + chiamate illimitate a partire da 9  al mese Isernia. Senologia, comitato spontaneo all’attacco: cercano pretesti per chiudere il reparto

Seppur con due giorni di ritardo – e solo dopo tante insistenze – la paziente che non era stata operata per carenza di anestesisti ha subito l’intervento previsto. Ma al reparto di Senologia dell’ospedale di Isernia la situazione resta difficile. Anzi, con il passare dei giorni sembra peggiorare, a prescindere da quest’ultimo episodio. Se prima la sala operatoria era disponibile per tre ore a settimana – e in condivisione con Otorinolaringoiatria – ora le cose potrebbero andare anche peggio, visto che le recenti disposizioni interne al Veneziale prevedono delle priorità di intervento. All’ultimo gradino ci sono le cosiddette urgenze programmabili, che sono proprio quelle tipiche della senologia. Significa che, proprio a causa della carenza di personale, gli interventi richiesti da questo reparto rischiano sempre di finire in coda. E dunque di essere rinviati. Il comitato spontaneo nato in difesa di questa unità operativa di fronte a questa situazione comincia a nutrire qualche dubbio: “Abbiamo il sospetto che la mancata operazione della donna già sottoposta a chemioterapia neoadiuvante – affermano gli esponenti del Comitato – sia solo un tentativo di voler dimostrare l’inefficienza di senologia e avere così un pretesto per chiuderlo”. Per pazienti ed ex pazienti del reparto l’unica cosa da fare è quella di “sbloccare il turnover, che paralizza tutti i reparti dell’ospedale, occorre restituire il personale tecnico per rendere operativo anche il servizio di senologia chirurgica”. Certo è che lo cose così proprio non vanno. I disagi il personale che lavora nel reparto li tasta ogni giorno con mano. E ora cominciano ad avvertirli anche i pazienti. Necessario, dunque, invertire la rotta. Anche perché la chiusura della senologia potrebbe scatenare un effetto domino nell’ospedale, visto che i vari reparti sono collegati tra loro. Un tumore alla mammella – solo per fare un esempio – è un problema che riguarda anche l’oncologia. Del futuro della senologia, se ne parlerà durante un incontro organizzato per la settimana prossima dal comitato spontaneo. Con ogni probabilità si terrà giovedì pomeriggio alla sala gialla della Provincia. Sarà l’occasione per fare il punto della situazione, ma anche per decidere le eventuali azioni da mettere in campo per evitare la possibile chiusura del reparto. Che potrebbe diventare realtà già entro al fine dell’anno.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

XHTML: Puoi utilizzare i seguenti tags html: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 
Il Giornale del Molise - reg. Tribunale di Campobasso n. 269 del 11/10/2001- Editoria: Editoria Innovazioni Sviluppo srl - via San Giovanni in Golfo ZI - P.IVA 01576640708
Editorialista: Pasquale Di Bello - Direttore responsabile: Manuela Petescia

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi