8.2 C
Campobasso
lunedì, Aprile 22, 2024

Isernia. Scuole sicure, per la Giovanni XXIII ipotesi trasferimento a San Lazzaro

AttualitàIsernia. Scuole sicure, per la Giovanni XXIII ipotesi trasferimento a San Lazzaro

La realizzazione del nuovo polo scolastico inevitabilmente finirà per scontentare qualcuno. Anche se ad oggi non esistono comunicazioni ufficiali, l’edificio a prova di terremoto, in fase di ultimazione nel quartiere San Leucio, dovrebbe ospitare gli alunni della scuola media Andrea d’Isernia e i bambini della scuola dell’infanzia della San Giovanni Bosco. Resta dunque fuori la scuola media Giovanni XXIII. Ma i genitori non ci stanno. Hanno scelto di formare un comitato non solo per ribadire la necessità di dare una scuola sicura ai loro figli, ma anche per evitare che un importante pezzo di storia della città venga cancellato. In questi giorni, infatti, si raccolgono le iscrizioni. E sulle scelte delle famiglie potrebbe pesare proprio la sicurezza dell’edificio: “Il Comitato – spiega Lucia Di Rollo – nasce con l’intento di preservare la coesistenza di due scuole medie storiche di Isernia, la Giovanni XXIII e l’Andrea di Isernia. Alla luce delle polemiche di questi ultimi giorni, ci siamo resi conto che stiamo correndo un rischio, quello di vedere depauperata una scuola rispetto all’altra. Stiamo cercando di correre ai ripari offrendo delle proposte al Comune che cerchino di preservare i vari equilibri in gioco”. Nelle ultime settimane ci sono stati diversi contatti con l’Amministrazione comunale. L’obiettivo è quello di trovare una soluzione che accontenti tutti. Il Comune sta lavorando – conferma il dirigente scolastico della Giovanni XXIII Rossella Simeone – ma noi abbiamo bisogno di risposte certe con urgenza, visto che a breve si chiuderanno le iscrizioni. E se proprio dovesse tramontare definitivamente l’ipotesi di andare nella nuova scuola di San Leucio, allora si potrebbe optare per quest’altra ipotesi: “La proposta alternativa – spiega Rossella Simeone – è quella di organizzare due poli scolastici, uno a San Leucio e uno a San Lazzaro. Se n’è già parlato con il Comune, perché sembra che la scuola media di corso Garibaldi non abbia i parametri previsti per un edificio sicuro. A questo punto chiediamo che la nostra scuola media sia allocata in un edificio adiacente a quello di San Lazzaro. Che già ospita i nostri studenti”.

Ultime Notizie