Il Giudice del Lavoro di Isernia ha dichiarato illegittimo il licenziamento di una dipendente del Comune di Monteroduni, condannando l’ente al pagamento dell’indennità sostitutiva della reintegra, oltre al pagamento di una indennità risarcitoria e alle spese sostenute durante il contenzioso. Sull’esito della vicenda esprime soddisfazione il sindacato Csa Fiadel, che sin dal primo momento ha sostenuto la dipendente: “Certi amministratori o funzionari – ha detto il segretario Di Schiavi – anziché perseguire e garantire legittimità e giustizia sul luogo di lavoro, si accaniscono contro quei dipendenti che per loro sono scomodi ma che in realtà fanno gli interessi del Comune e dell’utenza”.

Potrebbe interessanti anche:

Sanità, sulle partite iva scede in campo la Fials: “Intervenga il Parlamento”, chiede il sindacato

Il tema delle assunzioni rappresenta la questione centrale del sistema sanitario regionale…