I sindaci di Santa Croce di Magliano e Montenero di Bisaccia primi in Molise a emanare ordinanze per un utilizzo responsabile dell’acqua potabile.

Sia a Santa Croce che Montenero è dunque scattato il divieto di usare l’acqua per scopi diversi da quelli domestici.

Alberto Florio e Simona Contucci hanno disposto il divieto ad innaffiare giardini e orti e riempire piscine private.

“I vigili urbani ha spiegato Simona Contucci – controlleranno che le indicazioni delle ordinanze vengano rispettate e le verifiche saranno di giorno in giorno più intense”.

“Il vero problema con cui fanno i conti gli agricoltori in Basso Molise – ha invece sottolineato il produttore vinicolo Di Majo Norante – è la rete irrigua colabrodo, che richiede costantemente interventi di manutenzione provocando continue interruzioni dell’acqua proprio per consentire i lavori.

“Quest’anno – ha aggiunto Di Maio Norante – nei campi coltivati a cereali dove non si è irrigato la resa è bassissima, in alcuni casi non supera il 20% rispetto alla media”.

Riflettori puntati sui consorzi di Bonifica anche da parte della Coldiretti, che ha chiesto al governatore Toma chiarimenti sulla situazione degli enti dopo la riorganizzazione con la nomina del commissario unico.

Secondo i dati forniti da Coldiretti i due Consorzi di Termoli e Larino sono gravati da un passivo di circa 20 milioni.

E’ stato proposto a Toma che la Regione assumesse parte dei debiti esistenti nei confronti di Molise Acque da parte dei consorzi, ma fino ad oggi non c’è stata alcuna risposta. .

Vorremmo chiedere al governatore alla Giunta regionale . Ha dichiarato il direttore di Coldiretti Spinelli – se si rendono conto che così facendo stanno distruggendo l’agricoltura del Basso Molise”. 

Potrebbe interessanti anche:

La termolese Grazia Lecce campionessa europea bikini fitness

Grazia Lecce è di Termoli. È lei la campionessa europea bikini fitness over 40. Un risulta…