La Giunta regionale, nella seduta di ieri sera, tra gli altri argomenti iscritti all’ordine del giorno, ha approvato due importanti provvedimenti.

Con il primo, secondo gli indirizzi programmatici forniti dal presidente della Regione, è stata approvata la proposta di riprogrammazione delle risorse del Fondo Sociale e Coesione prive di obbligazioni giuridicamente vincolanti, riferite alla Sezione ordinaria del Piano Sviluppo e Coesione della regione Molise, pari a complessivi euro 11.145.075,31.

Questi gli importi e i settori d’intervento della riprogrammazione: euro 6.000.000,00 finalizzati alla tutela e alla valorizzazione del patrimonio culturale e alla promozione e implementazione delle attività culturali; euro 3.667.475,31 per la riqualificazione urbana a favore dei comuni con 15000 abitanti; euro 986.600,00 tesi a favorire il rafforzamento del sistema di istruzione e formazione, l’accesso alle competenze, l’apprendimento permanente; euro 491.000,00 destinati alla promozione della cultura, dell’arte e dello spettacolo, da realizzarsi tramite la Fondazione Molise Cultura.
Con il secondo provvedimento, si è proceduto ad individuare le aree da proporre nell’ambito della Strategia Nazionale Aree Interne (SNAI) per il periodo 2021-2027.

Sono state confermate le Aree SNAI 2014-2020 “Matese”, “Fortore” e “Mainarde”.
Confermata anche l’Area SNAI 2014-2020 “Alto Molise Medio Sannio”, ma con delle modifiche nella composizione.

Sono state individuate, inoltre, l’Area di Isernia, già costituita come Area urbana nel periodo 2014-2020, con l’estensione ai Comuni del venafrano, come nuova Area interna “Isernia-Venafro” 2021-2027, e un’altra nuova Area interna denominata “Medio Basso Molise”.

Potrebbe interessanti anche:

Rievocazione storica ad Agnone: tornano le lavandaie dei lavatoi

Ad Agnone arriva una nuova rievocazione storica. Il Comitato di Quartiere “Agnone Ce…