La Corte d’Appello di Bari, sezione Terza, presieduta dal giudice Giovanni Mattencini, ha confermato questo pomeriggio la sentenza di assoluzione piena per Fabio Papa e Manuela Petescia, respingendo gli appelli della Procura della Repubblica di Bari e della parte civile Paolo di Laura Frattura, quest’ultimo condannato anche al pagamento delle spese legali sia in favore dello Stato che in favore del Pm Fabio Papa e del direttore di Telemolise Manuela Petescia.  La vicenda è quella della presunta cena nella quale a detta dell’accusa si sarebbe consumato un tentativo di estorsione.  Accuse già cadute in primo grado e ora definitivamente annullate anche dai giudici di secondo grado.
Assolti con fomula piena per tutti i fatti contestati: il processo d’appello che si è concluso oggi è stato assai più lungo e complesso rispetto al primo: è durato due anni durante i quali la Corte ha accolto anche la richiesta di rinnovazione dibattimentale. Nonostante le nuove testimonianze e i nuovi atti entrati nel processo la vicenda anche in secondo grado si è conclusa con la piena assoluzione degli imputati che sono stati difesi dagli avvocati Nicolino Cristofaro, Paolo Lanese e Massimo Romano.

Potrebbe interessanti anche:

Isernia, raccolta firme per l’associazione “Non ti scordar di me”

L’associazione Non ti Scordar di me, in Piazza Stazione oggi a Isernia per una raccolta fi…