Si è chiusa con un sostanziale nulla di fatto la seduta straordinaria del consiglio provinciale di Isernia convocata d’urgenza su richiesta dei consiglieri provinciali Carrino e Pacitti. All’ordine del giorno il futuro del presidio turistico. Il mancato rinnovo dell’intesa tra la Regione e l’ente di via berta sta infatti causando problemi e malumori, anche in seno alla stessa maggioranza. Non a caso i consiglieri cantone e sacco hanno presentato anche un’interrogazione. Per il presidente della Provincia Ricci è solo questione di tempo. Il dialogo con la Regione è stato avviato da un pezzo e dunque in tempi ragionevoli si giungerà a una soluzione. “Tutti hanno a cuore il futuro del presidio, del Musec e dell’Osservatorio astronomico. Stiamo lavorando con la Regione per trovare una soluzione che non tarderà ad arrivare. Per noi questa è una priorità”. Anche il presidente l’Agenzia per lo Sviluppo Turistico della Provincia di Isernia Marucci è apparso fiducioso sul futuro del presidio e dei vari servizi offerti: sono ottimista – ha detto – alla fine prevarrà il buonsenso.

Potrebbe interessanti anche:

Gemelli Molise, la Regione esercita il diritto di acquisto. Toma: “Garantire l’interesse pubblico”

“È fondamentale che l’Ospedale Gemelli di Campobasso possa operare in continuità per…