Home Attualità Roma città eterna, il suo ”brand” affidato a un molisano
Attualità - Evidenza - QD - 16 Febbraio 2020

Roma città eterna, il suo ”brand” affidato a un molisano

È un molisano il manager che ha avuto l’incarico di realizzare il nuovo ”brand” di Roma, il nuovo marchio della città eterna. “Con un pizzico di orgoglio ed emozione immensa, confermo di aver ricevuto l’incarico di realizzare il progetto di City Branding strategico per la città di Roma. Ringrazio l’Amministrazione Capitolina per la fiducia concessami e considero il più grande dei privilegi la possibilità di contribuire alla rinascita della mia bellissima città”. Con queste parole, Celestino Ciocca, manager di Monteroduni, ha reso noto l’incarico ricevuto dal Comune di Roma per rilanciare nel mondo l’immagine della città. Ma cos’è il city branding?
Si tratta dell’insieme delle attività promozionali che hanno lo scopo di trasformare una città da luogo a destinazione. Un buon City Branding può rendere una città un luogo appetibile dove vivere o lavorare, o una meta imprescindibile da visitare. Un lavoro strategico e pratico, che coinvolge più realtà, atto a conferire a una città o a un territorio una precisa identità che possa renderlo, unico, e riconoscibile. É chiaro che un evento se ben fatto e promosso può portare gente dai paesi vicini e favorire il commercio, ma per aumentare i turisti in vacanza bisogna essere in grado di incidere su una scelta da loro effettuata probabilmente mesi prima.
Ma chi è Celestino Ciocca?
Si tratta di un molisano già famoso, è lui che ha coniato il nome di Eataly che nasce dalla fusione di due parole: EAT, cioè ‘mangiare’ in inglese, e ITALY, Italia”: così com’è scritto sul sito della catena di negozi creata da Oscar Farinetti e inaugurata nell’ormai lontano 2007. Celestino Ciocca non è un imprenditore e nemmeno un produttore, ma un consulente aziendale. Molisano di Monteroduni, Ciocca ha lavorato per alcune grandi società internazionali prima di mettersi in proprio, contribuendo con il suo know-how nel campo della Total Brand Experience (riuscire a dare a marchi commerciali quel quid in più che li rende unici) a far essere ancora più apprezzati e amati alcuni dei marchi più noti del Food&Wine italiano da Antinori a Illy.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Decreto Covid-19: prorogata la scadenza di carte d’identità, patenti e permessi di soggiorno

Non poter uscire di casa per poter svolgere le normali attività quotidiane ha avuto come c…