Il sebo, prodotto dalle ghiandole sebacee, è il principale componente del film idrolipidico che riveste la pelle, mantenendola idratata e proteggendola dagli agenti esterni. Tuttavia, un’eccessiva produzione di sebo, soprattutto se protratta per lunghi periodi, può essere fonte di diversi disturbi che, se non adeguatamente trattati, possono evolvere in altre patologie come, ad esempio, diverse forme di dermatite.

L’iper produzione di sebo da parte delle ghiandole sebacee viene definita seborrea, una patologia che, nella maggior parte dei casi, può essere tenuta sotto controllo, a patto di intervenire tempestivamente e con terapie mirate.

Sintomi della seborrea

Uno dei primi effetti visibili dell’ipersecrezione di sebo dovuta alla seborrea è l’aspetto lucido della pelle, che solitamente si manifesta in particolare sul viso e sul cuoio capelluto dove può dare luogo a fastidiose sensazioni di prurito, o più raramente dolore. Inoltre, problemi di seborrea relativi al cuoio capelluto possono manifestarsi anche tramite l’aspetto insolitamente “unto” dei capelli o attraverso la comparsa di forfora.

Infine, al contrario di quello che si potrebbe pensare, può anche accadere che la seborrea si manifesti con un’anomala secchezza della pelle; si tratta del cosiddetto fenomeno della “pelle asfittica”, che si manifesta quando l’eccesso di sebo non viene espulso sulla pelle, ma rimane confinato sotto la cute dove può dare origine a vari inestetismi come punti neri, foruncoli e piccole cisti.

Cause della seborrea

Le cause della seborrea non sono ancora state del tutto chiarite, tuttavia sono stati individuati alcuni fattori che, soprattutto se concomitanti, possono favorire l’insorgenza di anomalie nell’attività delle ghiandole sebacee. In particolare, è stato osservato che la sovrapproduzione di sebo può essere determinata da:

  • Eccessiva o scarsa igiene personale
  • Ripetuta esposizione della pelle o del cuoio capelluto a sostanze irritanti o prodotti cosmetici eccessivamente grassi o comunque non adatti al proprio tipo di pelle
  • Alimentazione scorretta e/o abuso di sostanze alcoliche
  • Situazioni di forte stress sia fisico che emotivo
  • Infezioni in atto
  • Alterazioni della flora cutanea
  • Squilibri ormonali

Per approfondimenti sulla dermatite seborroica visitate questo link

Trattamenti

Come visto, i fattori scatenanti della seborrea possono essere molteplici e individuare quelli responsabili della singola manifestazione della patologia, può non essere affatto semplice. Per questa ragione, in caso di sospetta seborrea, la cosa migliore da fare è rivolgersi tempestivamente ad un medico dermatologo.

Si ricorda che, anche se trattamenti farmacologici anche per via sistemica non possono essere esclusi a priori, generalmente il trattamento della seborrea spesso si risolve in semplici norme di comportamento, associate all’applicazione a livello topico di prodotti specifici come shampoo e lozioni antibatterici, che tuttavia, devono essere scelti e utilizzati seguendo attentamente le indicazioni del proprio medico.

Infine, come già detto, non è raro che l’eccessiva produzione di sebo dia luogo a dermatiti seborroiche e altri disturbi, le cui specifiche terapie sono spesso associate al trattamento della seborrea.

Fonte: Ufficio Stampa
 

Potrebbe interessanti anche:

Il Covid torna a fare paura, 462 casi in Regione; 112 solo a Campobasso

Numeri che tornano a fare paura. Gli esperti parlano di varianti e di guardia ormai abbass…