Home Attualità Accoglienza profughi a Campobasso, i cittadini chiedono maggiori controlli
Attualità - Evidenza - QD - Regione - 31 Agosto 2014

Accoglienza profughi a Campobasso, i cittadini chiedono maggiori controlli

di ANNA MARIA DI MATTEO

Anche Campobasso sta facendo la propria parte nell’ambito del progetto di accoglienza dei profughi che sbarcano sulle coste italiane, in fuga dalla guerra. In città nelle scorse settimane è arrivato un nutrito gruppo di migranti, ospitati in un hotel  che si trova alle porte della città.

Una presenza discreta che tuttavia non è sfuggita ai residenti della zona che qualche settimana fa avrebbero avviato una raccolta di firme, che si sarebbe chiusa nei giorni scorsi. Una petizione che sarebbe stata presentata ai vertici istituzionali locali per chiedere maggiori controlli da parte delle forze dell’ordine. Controlli, a dire il vero, già particolarmente capillari.

Ma i promotori della raccolta di firme, nel precisare di non avere nulla contro il gruppo di giovani arrivati in città, si dicono tuttavia preoccupati. Va detto che i profughi ospitati nel capoluogo ad oggi non hanno creato alcun problema. Si vedono spesso in giro, in piccoli gruppi. Li incontriamo spesso nella zona dei centri commerciali o nell’area di San Giovannello e spesso vengono fermati e controllati dalle forze dell’ordine.

Ma per gli abitanti della zona si tratta di una presenza preoccupante. Temono possano aumentare fenomeni di microcriminalità, già per altro frequenti in città. Da qui la richiesta di intensificare i controlli. Sarebbero tutti più tranquilli.

Sono oltre mille i migranti arrivati in Molise negli ultimi mesi. Un numero non di poco conto se si considerano le dimensioni della regione. Diciotto i centri che hanno risposto al bando per dare accoglienza ed assistenza ai rifugiati ed ai richiedenti asilo, circa 200, invece, gli immigrati già ospitati nei comuni molisani. Ma al momento la concentrazione maggiore è a San Giuliano di Puglia, Petacciato, ed in provincia di Isernia.

Se l’ondata di sbarchi sulle nostre coste  non dovesse arrestarsi, sono possibili nuovi arrivi anche in Molise.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

L’Adoc Molise scrive a Poste Italiane contestando il taglio degli orari dell’ufficio postale di Pietrabbondante

L’associazione dei consumatori ADOC Molise scrive a Poste Italiane S.p.a. in merito …