26 C
Campobasso
venerdì, Giugno 14, 2024

Basket, la Molisana Magnolia, il gruppo junior di serie B centra di tredici l’andata della finale. Exploit a Torino per le rossoblù: Quiñonez e Moscarella mattatrici. Domenica alle 18 all’Arena il ritorno

SportBasket, la Molisana Magnolia, il gruppo junior di serie B centra di tredici l'andata della finale. Exploit a Torino per le rossoblù: Quiñonez e Moscarella mattatrici. Domenica alle 18...

BASKETBALL TORINO 45

LA MOLISANA MAGNOLIA CAMPOBASSO 58

(11-14, 21-29; 33-42)

TORINO: Stejskalova 7, Pelka 2, Albano 8, Zanetti S. 10, Sammartino L. An. D. 16; Garofalo 2, Cambiaso, Miele. Ne: Carbonatto, Caputo, Bertoglio e Ricino. All.: Baldovin.

CAMPOBASSO: Trozzola 4, Del Sole 4, Bocchetti Ben. 9, Quiñonez 18, Moscarella Contreras 13; Giacchetti 6, Vitali 2, Boraldo, Mascia. Ne: Moffa G. R. e Lallo. All.: Diotallevi.

ARBITRI: Manganiello (Benevento) e Marianetti (Chieti).

NOTE: uscita per cinque falli al 39’47” (43-58) Zanetti S. (Torino). Progressione punteggio: 5-9 (5’), 16-23 (15’), 25-35 (25’), 39-50 (35’). Massimo vantaggio: Torino 2 (11-9); Campobasso 14 (21-35).

Un’altra grande prova, un ulteriore momento di crescita e grande sostanza difensiva. La Molisana Magnolia Campobasso fa sua – a Torino – la gara di andata della finale del concentramento nazionale due di serie B al termine di un match in cui, a parte una fase nel primo quarto, sono sempre le magnolie a comandare le operazioni, ottimo abbrivio in vista del match di ritorno di domenica alle 18 all’Arena.

PROVA DI SOSTANZA Bocchetti e Quiñonez aprono le ostilità, Torino prova a rifarsi sotto, ma Giacchetti con una tripla allontana i #fiorellinidacciaio. Torino impatta a nove, ma Sammartino sigla il sorpasso con nuovamente Giacchetti e Quiñonez pronte a ribaltare l’andamento del quarto (11-14). Ancora Bocchetti e Quiñonez e fanno salire il gap sino al +9 (11-20). Torino prova a riavvicinarsi, ma è il momento in cui ad uscire fuori è Moscarella Contreras che mette a segno quattro punti in successione, sinonimo del vantaggio in doppia cifra per le campobassane (16-27). È Vitali poi a chiudere il quarto (21-29). Al rientro dall’intervallo lungo Del Sole sigla nuovamente un margine in doppia cifra (21-31). Trozzola e Quiñonez ispessiscono il vantaggio portandolo sino al +14 (21-35). Torino prova a reagire, ma le rossoblù continuano a mantenere il vantaggio in doppia cifra sin quasi al termine del quarto con tre possessi pieni di vantaggio (33-42) poi registrati al 30’. L’ultimo quarto è un’ulteriore dimostrazione di sostanza per le rossoblù con Moscarella che fa ammattire la difesa piemontese, Del Sole che va a segno e la chiusura demandata al tandem sudamericano (Moscarella e Quiñonez) che chiude definitivamente i conti.

A REFERTO CHIUSO Per coach Gabriele Diotallevi, al termine, l’analisi è all’insegna della grande concretezza. «È una vittoria – argomenta – frutto della difesa. In attacco abbiamo dato vita ad alcuni alti e bassi di troppo, ma abbiamo saputo esserci a baluardo del nostro canestro e siamo poi riusciti a distenderci in transizione e questo ci ha dato ossigeno. A difesa schierata, però, abbiamo le capacità di fare meglio e lavoreremo su diversi aspetti, soprattutto a livello di analisi video individuale. Ora, in prospettiva di domenica, ripartiremo da zero. Le ragazze sono felici e soddisfatte, ma io ho la consapevolezza che ci sono tanti aspetti su cui dover lavorare».

3×3 DI LEGA Con Letizia Costato e Melania Patriarca, due delle protagoniste dello scudetto under 17 di Roseto degli Abruzzi, il team rossoblù è stato protagonista nella stessa località rivierasca all’appuntamento con la Techfind A1 femminile di 3×3. Con loro Fingo della Yale Pescara e Bardarè delle Panthers Roseto. Per le giovani magnolie inserimento nel gruppo B con Oxygen Roma e Brixia con successo con le lombarde per 17-12 grazie ai 10 punti di Bardarè e stop per 10-4 con Roma venerdì. Poi, in giornata, c’è stata la sconfitta ai quarti contro San Martino di Lupari per 19-9. «Questa partecipazione – ha argomentato Diotallevi – rappresenta anche un anello di congiunzione importante con lo stesso territorio abruzzese ed un grazie va sia alla Yale Pescara che alle Panthers Roseto per averci concesso ognuna un proprio elemento».

TRYOUT IN VISTA Sul fronte giovanile, peraltro, in agenda, mercoledì 19 e giovedì 20 giugno con allenamenti tutti all’Arena il primo giorno tra le 16 e le 18 ed il secondo tra le 9.30 e le 11.30 e tra le 15.30 e le 17.15.

Ultime Notizie