30.5 C
Campobasso
sabato, Giugno 22, 2024

Sciopero nazionale: i lavoratori delle imprese che gestiscono servizi di ristorazione in ospedali e scuole chiedono il rinnovo del contratto

AttualitàSciopero nazionale: i lavoratori delle imprese che gestiscono servizi di ristorazione in ospedali e scuole chiedono il rinnovo del contratto

La UILTuCS Molise, nelle persone del Segretario Generale Pasquale Guarracino e della Responsabile regionale del settore Lidia De Benedittis, confermano, per la giornata di oggi, 4 giugno 2024, per la durata dell’intero turno di lavoro lo sciopero nazionale delle lavoratrici e dei lavoratori delle imprese aderenti ad ANIR ed ANGEM, per l’ennesimo sopruso messo in campo dalla aziende del settore aderenti.
“Si astengono oggi – spiegano i due sindacalisti – dall’attività lavorativa, in Molise, le lavoratrici ed i lavoratori di imprese del calibro di Authentica spa, Dussmann Service s.r.l, Compass Group Italia s.p.a, ed altre, che gestiscono gli appalti di ristorazione collettiva presso gli Ospedali, le Scuole, l’Enel, solo per citarne alcuni. Si ricorda che la protesta nasce da un’assurda diffida delle Associazioni datoriali ANIR e ANGEM nei confronti della UILTuCS Nazionale firmataria del CCNL di settore dall’intraprendere qualsiasi iniziativa volta al rinnovo del contratto nel Comparto della Ristorazione collettiva. In altre parole – aggiungono Giuarracino e De Benedittis – a più di tre anni dalla scadenza del CCNL, le imprese della Ristorazione Collettiva associate ad ANIR e ANGEM minacciano chi vuole arrivare ad un rinnovo in grado di garantire condizioni salariali dignitose alle lavoratrici e ai lavoratori del settore. Alcune aziende del settore, ad esempio Ladisa srl, ritenendo la presa di posizione delle Associazioni datoriali non condivisibile, hanno disdettato la loro adesione, dimostrando, nei fatti, l’assurdità delle pretese di ANIR e ANGEM”.
“Le lavoratrici ed i lavoratori del comparto, a maggior ragione, non ci stanno ad abbassare la testa e a cedere ad un ricatto che li priva dei diritti e della dignità e la UILTuCS Molise affianca e sostiene nella protesta tutti coloro che decideranno di astenersi dal lavoro e dalla retribuzione per dimostrare di non avere paura di subdoli ricatti. Uniti si va lontano” concludono Guarracino e De Benedittis.

Ultime Notizie