36.5 C
Campobasso
giovedì, Giugno 20, 2024

CNU 2024, nel futsal Cus Bari campione d’Italia. Camerino battuto al termine di una bellissima finale

SportCNU 2024, nel futsal Cus Bari campione d’Italia. Camerino battuto al termine di una bellissima finale

CUS CAMERINO-CUS BARI1-3

(1-0 primo tempo)

Cus Canerino: Tamburrino, Carducci, Caffoni, Ciaffoni, Mobili, Iervolino, Zacheo, Magliocca, Romagnoli, Ugolini, Fanelli, Carlopio, Campanelli. All. Rossini.

Cus Bari: Schettini, Caroscia, Rosato, Di Corato, Castano, Di Sisto, Gutierrez, Gigante, Lioce, Sicilia, Schirizzi, Florio. All. Colaianni.

Arbitri: Potena di Isernia e De Marco di Campobasso. Crono:Battista di Campobasso.

Marcatori: 17’15” Fanelli pt; 9’28” Gigante, 18’10” Rosato; 20’ Gigante st.

Note: ammoniti Fanelli e Sicilia, Iervolino. Rosato ha fallito un tiro libero nella ripresa.

Il Cus Bari è campione d’Italia Universitario nel calcio a 5. La formazione di Colaianni ha superato nella bellissima finale del Palaunimol il Cus Camerino al termine di un match tirato ed equilibrato che ha regalato tantissime emozioni.

La cronaca – Si vede subito il Camerino con due conclusioni di Fanelli che mettono i brividi alla retroguardia barese, brava a sbrogliare la matassa. I pugliesi rispondono con una combinazione Gigante-Schirizzi, palla sul fondo. E’ poi Iervolino ad andare al tiro, palla sul palo. Stessa sorte tocca dall’altra parte a Gigante che con una staffilata coglie la traversa. Ghiotta la chance che capita sui piedi di Di Corato, bravo a farsi trovare sul secondo palo, ma non inquadra lo specchio. Il tempo scorre e prima del riposo il Cus Camerino passa in vantaggio. E’ un diagonale dai dodici metri di Fanelli a stappare la finale Con questo risultato si va negli spogliatoi.


Nella ripresa i ritmi restano alti e la partita particolarmente piacevole. A partire meglio è il Cus Camerino. Combinazione da applausi Fanelli-Zacheo, conclusione del numero s
ei di poco al lato. E’ poi una transizione avviata da Sicilia e conclusa da Gutierrez a spaventare i marchigiani, Tamburrino in chiusura compie il miracolo. La finale vive di continui capovolgimenti di fronte: Zacheo vede la sua conclusione deviata sul fondo e dall’altra parte Gigante va in contropiede ma viene chiuso dal portiere. Il Cus Bari vuole il pareggio: Gutierrez nel cuore dell’area opta per il tocco morbido ma il pallone muore al lato. L’1-1 è nell’aria e arriva grazie a Castano che lavora un gran pallone e serve Gigante. Il capitano non sbaglia e rimette in equilibrio la contesa. Camerino, incassato il gol ha subito l’occasione per il sorpasso: Romagnoli salta il diretto avversario e calcia, palla sul montante. I gialloneri raggiungono i cinque falli e devono concedere il tiro libero quando Carducci ferma irregolarmente Gigante. A calciare si presenta Rosato che manda alto . Carlopio per Camerino ci prova dalla distanza e colpisce la traversa. E’ poi Zacheo ad impegnare Schettini (che ha sostituito tra i Florio infortunato ndr), il numero uno si oppone di piede. Nel finale il Cus Bari trova le energie e le giocate giuste per portare a casa la medaglia d’oro. Ad 1’50” dalla fine la ripartenza di Rosato è letale. Cus Bari in vantaggio. Proprio sulla sirena, poi, la squadra di Colaianni trova il tris con Gigante che fa scorrere i titoli di coda sul confronto. Il Cus Bari è campione d’Italia.

Ultime Notizie