30.5 C
Campobasso
giovedì, Giugno 20, 2024

Strage Capaci, Roberti: “Rispetto solenne per chi perse la vita”

EvidenzaStrage Capaci, Roberti: "Rispetto solenne per chi perse la vita"

“L’Italia, il 23 maggio 1992, fu colpita al cuore dalla violenza di chi, ancora oggi, è in guerra contro lo Stato. Ricordiamo con solenne rispetto chi perse la vita in quel drammatico attentato: il giudice Giovanni Falcone, sua moglie Francesca Morvillo, gli agenti della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro”. E’ quanto afferma in una nota il presidente della Regione Molise Francesco Roberti in occasione del 32esimo anniversario della strage di Capaci.
“La memoria di Giovanni Falcone, di coloro che persero la vita insieme a lui e di chi è rimasto vittima, negli anni, della mafia – aggiunge il governatore – rimane un simbolo indelebile della lotta contro la criminalità organizzata. Il loro sacrificio ha ispirato una rinnovata determinazione nello Stato e nella società civile a combattere l’illegalità e a promuovere la giustizia. I cittadini devono riflettere su questo doloroso anniversario, rinnovando il proprio impegno quotidiano per la legalità e il rispetto delle istituzioni”.

Ultime Notizie