18.2 C
Campobasso
giovedì, Maggio 30, 2024

Neve a Capracotta e Campitello, temperature fino a 3 gradi sotto zero. Anche in Molise torna l’inverno

AperturaNeve a Capracotta e Campitello, temperature fino a 3 gradi sotto zero. Anche in Molise torna l'inverno

Anche in Molise torna l’inverno. Nelle ultime ore nevicate consistenti nelle zone di montagna: una decina di centimetri sia a Capracotta che a Campitello Matese. Le temperature in montagna sono scese fino a 3 gradi sotto zero (le foto dell’articolo sono della pagina Facebook Letteratura Capracottese). Maltempo anche sul resto della regione con piogge, vento e freddo, temperature vicine alle zero anche a quote collinari. Il maltempo è destinato a durare per alcuni giorni.

Il weekend che sta per cominciare non sarà affatto primaverile. Antonio Sanò, fondatore del sito www.iLMeteo.it, conferma il calo delle temperature a causa dell’afflusso di aria polare dalla Scandinavia. Il quadro termico resterà simil-invernale nei prossimi 10 giorni, anche se durante il pomeriggio le temperature massime saranno perlopiù gradevoli. Se lo scorso weekend sembrava di essere in estate, con 32°C anche al Nord, nei prossimi giorni entreremo in una fase rigida simile ad un periodo invernale. La prima irruzione di aria più fredda e instabile dalla Scandinavia scivolerà via nel corso delle prossime ore verso la Grecia provocando ancora temporali al Sud e poi verso i Balcani meridionali. Fino al mattino qualche nevicata residua a quote basse per il periodo su Abruzzo e Molise (circa 1100 metri) poi migliorerà al Centro quasi ovunque, mentre al Nord continuerà a splendere il sole. Il weekend vedrà l’arrivo di un secondo impulso freddo dal Nord Europa che riaccenderà i temporali soprattutto sulle regioni centrali; altre nevicate sugli Appennini e il maltempo simil-invernale interesserà in parte anche il sud peninsulare e l’Emilia Romagna con piogge e rovesci.

Domenica mattina il maltempo colpirà ancora Marche, Abruzzo e Molise con fenomeni anche intensi, il freddo anomalo favorirà altre nevicate diffuse sull’Appennino centrale fino a circa 1200 metri (come a Gennaio). E, un po’ come il sabato, anche la domenica vedrà qualche rovescio sul sud peninsulare e in Emilia Romagna, seppur è previsto anche un peggioramento verso il Nord-Ovest: un altro nocciolo freddo, in discesa dalla Germania verso la Francia, causerà abbondanti nevicate sulle Alpi piemontesi, con quota neve in calo nella notte fino a quote collinari. Un evento eccezionale, se confermato: lunedì 22 aprile nella Giornata della Terra, il pianeta mostrerà il lato freddo della primavera in Italia. La neve cadrà abbondante fino a 500 metri in Piemonte, come è successo in inverno a ripetizione. In sintesi, dopo due anni di siccità estrema, per compensazione il Nord-Ovest ritroverà altra neve e altra acqua preziosa per affrontare con serenità la rovente stagione estiva. Per il caldo bisognerà attendere maggio.

 

 

Ultime Notizie