21.1 C
Campobasso
sabato, Maggio 25, 2024

Operaio cade da lucernario e muore: condannato datore di lavoro

AperturaOperaio cade da lucernario e muore: condannato datore di lavoro

Non aveva garantito la necessaria sicurezza sul posto di lavoro ad un suo operaio, di appena 24 anni e assunto con un contratto di formazione, finito per schiantarsi al suolo da un’altezza di cinque metri dopo aver sfondato un lucernario. Niente impalcature, nemmeno sistemi di protezione anticaduta. Una morte sul lavoro che ha motivato il giudice del Tribunale di Isernia Marina Guenzi a condannare per omicidio colposo il titolare di una ditta della provincia di Isernia accusato di inosservanza della disciplina per la prevenzione degli infortuni nei contesti lavorativi.

Per il tribunale pentro, il titolare della ditta, presente sul luogo al momento dell’incidente, ha omesso di vigilare e di accertare che lucernari, tetti e coperture avessero una consistenza e una resistenza sufficiente per sostenere il peso degli operai e del materiale di impiego.

Al titolare della ditta è stato anche contestato di non aver garantito l’utilizzo di tavole sopra le orditure, sottopalchi e di non aver disposto l’uso effettivo di idonei dispositivi di protezione individuale anticaduta.

Il Giudice, tenuto conto della gravità del fatto e dell’età della vittima, di soli anni 24, ha concesso una provvisionale di 100mila euro immediatamente esecutiva, a titolo di risarcimento in favore dei familiari del ragazzo, parti civili nel processo e assistiti dagli avvocati Andrea Ruggiero e Vincenzo Iacovino.

Ultime Notizie