21.2 C
Campobasso
giovedì, Maggio 30, 2024

Light conctact, Cus Molise protagonista con i suoi talenti al Day Kombat di Roma

SportLight conctact, Cus Molise protagonista con i suoi talenti al Day Kombat di Roma

Ennesima trasferta stagionale al Palatorrino di Roma per i fighter del Cus Molise che hanno approfittato anche di questa occasione per fare esperienza. In gara Matteo Patullo, Sara Scinocca e Vincenzo Lombardi,  seduto all’angolo il coach Amatuzio. La prima a confrontarsi è  Sara Scinocca nel light contact, autrice fino ad ora di un ottimo cammino con una sola sconfitta stagionale e portata a mantenere la media alta. Durante il riscaldamento sembra tesa, preoccupata, non si sente al massimo, riesce a mettere da parte la paura e sale sul tatami per farsi valere. Dopo una prima ripresa che scorre in equilibri il coach chiama la carica e Sara reagisce di conseguenza. Il giudice di gara chiama le due atlete al centro e decreta la vittoria alla cussina che si qualifica al primo posto. Subito dopo tocca a Patullo prima nel light e dopo nella kick light. Nel light contact incontra un avversario molto più alto di lui ma non sembra per niente intimorito, prima ripresa a favore del molisano, nella seconda dopo un calcio parato risponde con un potente gancio che manda a terra il suo avversario. Vittoria netta per  Patullo. Nella kick light, al contrario, l’avversario è più basso: Nella prima ripresa non convince, nella seconda prova a recuperare ma nella foga rimedia una penalità per eccesso di contatto. Il portacolori del Cus ha probabilmente sottovalutato l’avversario e non è riuscito a mettere in pratica quanto fatto durante gli allenamenti.  Un oro e un argento per lui. Ultimo è il senior Vincenzo Lombardi che parte dagli ottavi, in categoria numerosa  quella della kick light – 75 kg GAV (cinture giallo, arancio, verde) con ben 13 iscritti. Fa quello che sa fare e che gli piace fare: ritmo alto e pressing alle stelle. Prima ripresa in equilibrio ma nella seconda l’avversario non sembra averne più,  il cussino passa ai quarti. Nel secondo match parte male, sembra confuso, prende molti colpi, ma ha la pelle dura e la vende cara. Nella seconda  ripresa non riesce a ribaltare l’esito del match ma si comporta molto bene riuscendo a trovare più velocità nei colpi, comunque ottima prova anche se dal finale poco felice. Al termine della competizione il coach Amatuzio ha ringraziato come sempre genitori e accompagnatori per il supporto, il maestro Patullo sempre presente e i tirocinanti Annamaria e Michelangelo che danno una grande mano nelle fasi preparatorie degli incontri. Il prossimo appuntamento è quello con i campionati italiani assoluti cadetti in programma da domani al 14 aprile a Lignano Sabiadoro per Papa e Romano.

Ultime Notizie