18.8 C
Campobasso
lunedì, Maggio 27, 2024

Futuro dei lavoratori nel passaggio alla gigafactory: i sindacati il 24 aprile vogliono chiudere l’accordo

AttualitàFuturo dei lavoratori nel passaggio alla gigafactory: i sindacati il 24 aprile vogliono chiudere l'accordo

Massimo il 24 aprile, giorno del secondo vertice previsto sulla gigafactory di Termoli, i sindacati vorrebbero raggiungere l’accordo che non lascia spazio ad interpretazioni: pretendono che Acc confermi tutti i dipendenti di Stellantis a Termoli. La tutela occupazione al primo posto. Se ne parlerà prima il 19 aprile e poi il 24. Due giorni di confronto, insieme al governo, sulla fabbrica delle batterie e sui lavoratori. Invece, sul futuro l’indotto che ministro, sindacati e azienda, avrebbero dovuto affrontare il 5 aprile scorso, vertice annullato, non si conoscono al momento date di incontro.

Intanto le parti sociali hanno avuto modo di parlare con l’amministratore delegato di Stellantis, Carlos Tavares. Il colosso dell’automotive si è impegnato a ridurre i costi delle vetture elettriche per restare competitiva anche in futuro, mentre con specifico riferimento all’Italia, Stellantis ha ribadito la volontà di confermare appieno la sua presenza nel nostro Paese valorizzando il grande patrimonio ereditato da Fiat. Tavares ha però espresso preoccupazione per le possibili conseguenze di un’azione del Governo di supporto alle case automobilistiche cinesi.

Per i sindacati sono importanti investimenti e missioni produttive che garantiscano il rilancio della produzione, la saturazione dell’occupazione e il superamento della cassa integrazione. Così come è determinate evitare uno scontro tra Governo e Azienda e tra le assegnazioni produttive aggiuntive non ci siano solo quelle esclusivamente legate al full electric.

A Stellantis chiesta anche un’attenzione come responsabilità sociale verso l’indotto, poiché sono proprio i lavoratori delle imprese fornitrici che stanno pagando il prezzo occupazionale più alto.

Ultime Notizie