17.1 C
Campobasso
martedì, Maggio 21, 2024

Forche Caudine: riconoscimento al prof. Claudio Mucciaccio di Colletorto

AttualitàForche Caudine: riconoscimento al prof. Claudio Mucciaccio di Colletorto

“Persona competente con alle spalle quarant’anni di esperienza”. E ancora: “Professionalità altamente conosciuta nell’ambito dell’azienda sanitaria locale”. Questo si leggeva, a ragione, nella presentazione del professor Claudio Mucciaccio quando nel 2012 è stato nominato commissario della Asl Rm H comprendente il vasto territorio dei Castelli Romani fino al mare, Anzio compresa.
In effetti il medico e professore molisano, ortopedico e radiologo, oltre a dirigere la radiologia a Frascati, aveva già ricoperto l’incarico di direttore sanitario tra il 2003 e il 2005 e poi di direttore generale della stessa Asl Roma H, ancora ricordato per intelligenza e capacità operative.

Una carriera veloce la sua, che, come si suol dire, ha bruciato tutte le tappe.
Nato nel marzo 1947 a Colletorto, in provincia di Campobasso, il “borgo natio” dove ancora torna quando può, laurea in Medicina e Chirurgia con 110 e lode all’università “La Sapienza” di Roma, moglie di San Martino in Pensilis cresciuta a Larino, Mucciaccio oltre a brillare nel campo medico – un vero e proprio luminare – è stato anche apprezzato amministratore, in particolare come sindaco della “sua” Grottaferrata negli anni Ottanta.
Insomma, Mucciaccio è il classico molisano che fa onore alla sua terra.
Per questo l’associazione “Forche Caudine”, lo storico circolo dei molisani a Roma, ha voluto omaggiarlo di una preziosa targa nel solenne incontro presso la sede dell’associazione nel quartiere San Giovanni. Vi si legge: “Medico insigne, studioso raffinato, molisano rappresentativo di antichi valori di genuina solidarietà e di concreta operosità sannita e sanitaria, in occasione della gradita visita alla sede della nostra associazione”.
A consegnarla, il vicepresidente dell’associazione, l’avvocato Donato Iannone.
Presenti altri soci del sodalizio e il presidente Castellotti.
Il professor Mucciaccio, visibilmente commosso, ha ringraziato i presenti sottolineando il valore aggiunto del riconoscimento, che viene dalla sua terra e apprezzando l’associazione per l’attività, la sede e la biblioteca che ha oltrepassato i 500 volumi sul Molise e di autori molisani.
Oggi lo studio di radiologia del medico molisano a Grottaferrata, specializzato in ecografia e radiologia, è un’eccellenza in tutti i Castelli Romani grazie non solo alla professionalità degli operatori, ma anche alle apparecchiature di ultima generazione presenti, come la tomosintesi, sistema mammografico digitale full ottimizzato per acquisizione immagini in 2D e 3D.
Alla consegna è stato invitato anche il professor Franco Arrigoni, amico personale del professor Mucciaccio e amico dell’associazione “Forche Caudine”, balzato agli onori delle cronache per uno straordinario intervento oculistico che ha ridato la vista ad una paziente non vedente da anni. Il professor Arrigoni ha dovuto rinunciare alla presenza per un grave lutto familiare.

Ultime Notizie