16.3 C
Campobasso
lunedì, Aprile 22, 2024

Isernia, migliaia di persone in strada per la processione degli incappucciati

agnoneIsernia, migliaia di persone in strada per la processione degli incappucciati

Un corteo lungo, partecipato e toccante, quello del venerdì Santo ad Isernia, con la processione degli Incappucciati che come ogni anno riversa nella città migliaia di persone per strada.

La processione del Cristo Morto si è mossa, come da tradizione, dalla Chiesa di Santa Chiara nel tardo pomeriggio, trasformando il centro storico in una vera e propria piazza della Cristianità.

Un’atmosfera suggestiva e avvolta nel silenzio ha accompagnato il corteo, interrotta solo dai canti funebri recitati dai fedeli.

Ogni dettaglio è stato curato minuziosamente dalle diverse Confraternite distinguibili per il colore delle mozzette, mentre tutta l’organizzazione è stata curata dalla Confraternita del Santissimo Sacramento.

La presenza degli Incappucciati rende questa processione unica e di grande impatto. Fedeli con cappucci bianchi trasportano a piedi nudi le statue della Mater Dolorosa e del Cristo Morto, oltre ai busti degli Ecce Homo, le Croci Calvario e le Croci della Via Crucis.

Un rito che richiama molte persone dal Molise ma anche dalle regioni limitrofe e al quale, credenti e non, devono partecipare almeno una volta.

Di grande impatto scenico anche il Venerdi Santo ad Agnone, con la processione del Cristo morto e della Madonna Addolorata portati a spalla dagli incappucciati, con la tunica nera a differenza di quella di Isernia, rappresentativa della congrega dei Morti della chiesa di Santa Croce, a cui la rubrica Viaggio in Molise ha dedicato un’intera puntata.

Ultime Notizie