18.2 C
Campobasso
venerdì, Maggio 31, 2024

Stellantis, nuovo accordo per fuoriuscite incentivate

AttualitàStellantis, nuovo accordo per fuoriuscite incentivate

Uno schema di incentivi migliorativo per accettare l’uscita anticipata dalle fabbriche Stellantis. È il frutto di un accordo siglato dall’Azienda con i sindacati. Potranno in sostanza lasciare la fabbrica tra quei lavoratori dichiarati in esubero da parte dell’azienda solo coloro che espressamente accetteranno l’uscita incentivata.
Incentivi sia per chi ha già agganciato l’età della pensione ma non solo. Una scala crescente anche per quei lavoratori fuori dall’età pensionabile. Proposta che interessa i lavoratori dai 35 anni in su.
Maggiori li avranno i dipedenti dai 55 anni in su che avranno 33 mensilità più 30.000 euro.
Nelle prossime settimane Stellantis avvierà le procedure di uscita a livello territoriale. A Termoli già diverse centinaia di unità negli ultimi anni si sono lasciati i cancelli alle spalle. Il prossimo iter dovrebbe riguardare un altro centinaio di lavoratori nella fabbrica della città adriatica.
I sindacati insistono per un confronto sulle strategie e sulle prospettive industriali, in modo
specifico con Stellantis, hanno chiesto un incontro con l’amministratore delegato Carlos Tavares, ma ribadiranno anche al tavolo riconvocato per i giorni 2 e 3 aprile al Ministero delle Imprese e
del Made in Italy, l’esigenza di una politica di supporto per il settore automotive. Per l’Italia chiedono nuovi modelli di larga produzione non incentrati esclusivamente sull’elettrico. In un momento in cui la fabbrica di batterie di Termoli è sempre più vicina.

Ultime Notizie