12.7 C
Campobasso
sabato, Aprile 13, 2024

Trattori in marcia a Venafro: corteo e presidio in difesa dell’agricoltura italiana

VenafroTrattori in marcia a Venafro: corteo e presidio in difesa dell'agricoltura italiana

La protesta dei trattori torna per le strade di Venafro. Circa una sessantina i mezzi agricoli che hanno attraversato la città e che resteranno in presidio fino a domattina. Provengono da tutta la provincia, ma anche dai comuni limitrofi del Casertano. Dopo il raduno, il corteo per continuare a dire no ai rincari del carburante, al Green Deal europeo e alle direttive in materia di concorrenza,attraverserà il corso Campano, l’area del Consorzio di Bonifica e il centro di Venafro. E’ una lotta per la sopravvivenza, per il presidente dell’associazione Liberi Agricoltori Valle del volturno, Mario Rambaldi.

Trattori a Venafro, manifesti contro i politici e un manichino impiccato

Nel raduno vengono esposti striscioni contro la politica, ci sono le facce del premier Meloni e del ministro Lollobrigida/ accusati di giocare a carte con il destino degli agricoltori italiani. Nonostante la rabbia strisciante, i manifestanti si scusano per il disagio con i cittadini di Venafro.

Poco distante c’è un manichino impiccato: un’immagine violenta, che vuole rappresentare la fine per gli agricoltori.

Tra gli agricoltori c’è anche il sindaco di Venafro Alfredo Ricci, il quale vuole sottolineare che più di una protesta, quella dei trattori è una legittima richiesta di accendere i riflettori su un settore ormai stremato da politiche miopi.

Ultime Notizie