10.5 C
Campobasso
sabato, Aprile 13, 2024

Allarme furti, Montaruli: “Controlli intensificati della Questura di Campobasso e dati in continua diminuzione”

AttualitàAllarme furti, Montaruli: "Controlli intensificati della Questura di Campobasso e dati in continua diminuzione"

Il controllo del territorio con mezzi e agenti è una delle priorità della Polizia di Campobasso. Il Questore Vito Montaruli, che fra un mese lascerà il testimone al nuovo vertice a Via Tiberio, da novembre ha ottimizzato le forze a disposizione, per garantire il pattugliamento sul territorio provinciale ma anche i servizi. “La prossimità è importantissima” ha tenuto a precisare. Il contrasto allo spaccio, alla criminalità urbana e ai furti nelle case e di mezzi tengono impegnati i poliziotti in modo più serrato da novembre, quando ci fu un’escaltion proprio di furti consumati e tentati nelle case, a Campobasso e zone limitrofe, (23 i casi) Attenzionata, come sempre, anche la zona del Basso Molise e il fenomeno delle auto rubati. Dati alla mano, Montaruli ha evidenziato come, grazie anche all’attività messa in campo, questi reati predatori sono diminuiti nel capoluogo e nelle zone immediatamente limitrofe. Infatti a dicembre i furti consumati e tentati sono passati a 10, 5 a gennaio e finora, a febbraio, sono 6.
Considerando l’intera provincia, se nei primi due mesi del 2023 questi reati erano 62, nello stesso periodo di quest’anno sono quasi dimezzati (35).
Da novembre ad oggi i servizi di controllo della Polizia di Campobasso sono aumentati con oltre 100 pattuglie che hanno operato sul territorio e più di 200 agenti, su tutti gli uomini delle Volanti. Importante anche il supporto della Mobile. A questi vanno aggiunti i 30 servizi del reparto prevenzione crimine con pattuglie di 10 poliziotti ciascuna.
“Ogni furto è un disastro per chi lo subisce” ha sottolineato il Questore “perché viola la sfera privata, la casa, che significa sicurezza. Purtroppo è un fenomeno in aumento. In linea generale – ha spiegato Montaruli – gli autori di furti negli appartamenti sono esterni alla provincia e al Molise. Vengono dalle limitrofe Puglia e Campania, quindi l’attenzione deve essere massima, anche su altri reati come lo spaccio” ha concluso.
Adesso la gente ha comunque maggiore consapevolezza ed è anche più attenta. E’ fondamentale, sempre, segnalare se si hanno sospetti e la collaborazione con le forze dell’ordine, tutte, che lavorano anche in sinergia.

Ultime Notizie