12.7 C
Campobasso
sabato, Aprile 13, 2024

Maria Luisa Forte sarà la candidata sindaco di Campobasso per la coalizione progressista. Il centrodestra lavora su una rosa di nomi

AperturaMaria Luisa Forte sarà la candidata sindaco di Campobasso per la coalizione progressista. Il centrodestra lavora su una rosa di nomi

Anche questo ostacolo, che sembrava all’orizzonte più ostico del primo, è stato superato di slancio.
Luisa Forte, all’unanimità, è stata indicata candidata sindaco di Campobasso dalla coalizione progressista.
A dicembre, il partito democratico aveva raggiunto l’intesa, dopo una lunghissima trattativa, sul segretario regionale evitando l’incognita delle primarie, sebbene la consultazione ai gazebo fosse stata sollecitata anche dal Nazzareno. Il nome di Ovidio Bontempo ha messo poi d’accordo tutte le anime Dem.
In prospettiva, trovare subito un’intesa con il Movimento cinque stelle, che oggi guida palazzo San Giorgio con Paola Felice, sembrava anche più arduo. Dopo il passo indietro del preside Umberto Di Lallo, figura sulla quale si erano allineati tutti, la trattativa si sarebbe potuta perfino complicare.
L’indicazione di Maria Luisa Forte, Provveditore agli studi ed ex dirigente scolastico del capoluogo, ha invece rimesso tutti d’accordo. Sarà lei a guidare l’Alleanza di Verdi e Sinistra, i socialisti, il moviment6o per l’equità territoriale, il Movimento cinque stelle e il Partito democratico.
Una nota asciutta inviata dal coordinatore regionale dei pentastellati, l’ex deputato Antonio Federico, ha annunciato che nei prossimi sarà organizzata la presentazione ufficiale della candidatura.
Caratteristiche adatte, quelle riscontrate in Luisa Forte, sono state definite dai sottoscrittori della candidatura per la guida di Campobasso.
Sul fronte centrodestra, i partiti continuano a lavorare su una rosa di nomi in attesa di sciogliere il nodo principale. In quota a quale partito della coalizione toccherà la poltrona più ambita. Alla finestra ci sono Salvatore Colagiovanni e Francesco Pilone, dati in avvicinamento a Fratelli d’Italia, Alberto Tramontano della Lega, e per forza Italia Stefano Maggiani. Ma la rosa è ancora più ampia e tra i papabili ci sarebbero anche alcuni consiglieri regionali.
Per i terzo polo, per ora indipendente, Pino Ruta candidato da Costruire democrazia e sostenuto da due liste civiche.

Ultime Notizie