12.7 C
Campobasso
sabato, Aprile 13, 2024

Rc Auto, Adoc: “Continue stangate per gli automobilisti”

AttualitàRc Auto, Adoc: "Continue stangate per gli automobilisti"

Riceviamo e pubblichiamo la nota di Adoc Molise su Rc auto 

“Ogni anno assistiamo ad un aumento costante dell’RC Auto. Secondo i dati IVASS, a novembre 2023, gli aumenti sono stati di 391 euro (prezzo medio) su base annua, in aumento del 7,1% rispetto all’anno precedente. Rincari superiori rispetto all’inflazione che nel 2023 ha registrato un aumento del 5,9% rispetto all’anno precedente. Le assicurazioni hanno quindi applicato un aumento superiore, per Adoc, ingiustificato ed insostenibile per i consumatori, con sistemi non equilibrati e non sempre trasparenti.

Ulteriori rincari nel 2024 riguarderanno 1,1 milioni di automobilisti che, a seguito di un sinistro con colpa grave avvenuto nel 2023, vedranno aumentare la propria classe di merito bonusmalus e di conseguenza il proprio premio medio salirà al momento del rinnovo. A pesare sui cittadini sono anche le differenze territoriali: gli incrementi di prezzo oscillano tra il 4,6% ad Ascoli e il 12% a Imola, con un differenziale di premio tra Napoli e Aosta di 248 euro (+3,1%).

Occorre porre rimedio ed intervenire affinché le imprese non speculino. Ci sono automobilisti che, pur essendo virtuosi, per il solo fatto di vivere in una determinata città pagano cifre altissime. È necessario prendere a riferimento per tutti la media nazionale e non la componente di rischio sull’incidentalità che si verifica in un determinato territorio. Per motivi di mutualità sociale, auspichiamo di ripartire questa componente di rischio su tutte le province italiane.

In merito al risarcimento diretto, siamo fortemente contrari alla possibilità di richiederlo alla propria assicurazione con un CID a una sola firma, occorre evitare abusi verso gli assicurati che vengono penalizzati senza essere informati dell’accaduto. Sosteniamo, inoltre, che occorre inasprire il contrasto alle truffe assicurative per falsi incidenti”.

In occasione della riunione della Commissione Allerta rapida di sorveglianza dei prezzi dell’Rc auto al Ministero delle Imprese e del Made in Italy, l’Adoc ha presentato sei proposte concrete e realizzabili per contenere i prezzi, tutelare i consumatori e porre fine alle speculazioni:

1)- Revisione del bonus-malus;
2)- ripartizione del rischio territoriale;
3)- contrasto alle truffe assicurative;
4)- revisione del risarcimento diretto;
5)- controlli sulla copertura assicurativa;
6)- tariffa flat per neopatentati e under 26.

Ultime Notizie