7.8 C
Campobasso
mercoledì, Aprile 24, 2024

Basket, Serie B, la Molisana Magnolia, la prima fase si chiude con il decimo referto rosa

SportBasket, Serie B, la Molisana Magnolia, la prima fase si chiude con il decimo referto rosa

LA MOLISANA MAGNOLIA CAMPOBASSO 59

CATILLO CESTISTICA BENEVENTO 43

(18-9, 35-15; 45-35)

CAMPOBASSO: Trozzola 8, Del Sole 5, Bocchetti Ben. 9, Vitali 9, Moscarella Contreras 3; Boraldo 6, Giacchetti 14, Šrot 2, Moffa G. R., Lallo 3, Mascia. Ne: Costato. All.: Diotallevi.

BENEVENTO: Manganiello 16, Sandullo, Zanchiello 2, Van Beers 9, Jamal Eddine 9; Montella 3, Musto 7. Ne: Saccomanno, Aversano, Zambottoli, Pasquariello e D’Avanzo. All.: Calandrelli.

ARBITRI: Palazzo M. (Campobasso) e Mignogna (Riccia).

NOTE: osservato un minuto di raccoglimento in memoria dell’arbitro Michele Campanella. Uscita per cinque falli al 39’30” (56-41) Zanchiello (Benevento). Progressione punteggio: 6-2 (5’), 26-9 (15’), 39-24 (25’), 49-39 (35’). Massimo vantaggio: Campobasso 24 (35-11); Benevento 2 (0-2).

 Tre, quattro e dieci. L’ideale terno in casa La Molisana Magnolia Campobasso per il gruppo dei prospetti junior in serie B ha queste sembianze. Nella serata in cui il gruppo può contare anche sulla lunga slovena, ma italiana di formazione, Zala Šrot, i #fiorellinidacciaio centrano il terzo successo in altrettante sfide tra campionato e Coppa Open con la Cestistica Benevento, che allunga l’attuale striscia di referti rosa consecutivi a quota quattro per le rossoblù. Che così chiudono la prima fase al terzo posto, frutto di venti punti totali con un insieme di dieci successi su quattordici gare.

CONDOTTA BIFRONTE Nello scenario di un’Arena pronta a sostenere con grande determinazione le proprie beniamine, le magnolie con una prima spallata di 9-0 lasciano ben intendere quali siano le loro intenzioni. Così, alla fine del primo quarto, le rossoblù hanno già doppiato le proprie avversarie. Il secondo quarto è quello dell’ulteriore strattone con un 12-0 che porta a ben sette possessi pieni di margine (30-9). Un ulteriore 5-0 vale il massimo vantaggio di contesa (il +24 del 35-11) con venti punti da amministrare all’altezza dell’intervallo lungo. Questo vantaggio, probabilmente, deconcentra le campobassane che approcciano in maniera soft il terzo quarto (oltre tre minuti senza canestri) e si ritrovano a vedere il vantaggio dimezzato al 30’. Nell’ultimo quarto le giovani magnolie ritrovano la chiave giusta in difesa ed hanno il giusto ritmo in attacco chiudendo, al suono della sirena, con un vantaggio di sedici lunghezze (59-43).

Zala Srot in entrata

LA SINTESI DEL COACH Per il trainer delle campobassane Gabriele Diotallevi, al termine, la sintesi è un recap a tutto tondo. «Abbiamo un po’ staccato la spina nel terzo quarto – argomenta – per quelli che sono dei peccati di gioventù, in altri termini dei cali di concentrazione, di un gruppo under che, per quello che è un lavoro fatto in prospettiva per i tornei di categoria, ho ruotato al massimo, cercando di avere dei contributi individuali da tutte. La presenza di Zala Šrot? Compatibilmente con gli impegni dell’A1, sarà anche lei del gruppo d’ora in avanti. In questa gara, complici delle problematiche alla schiena, è stata sul parquet solo nel secondo quarto. La sua presenza ci allunga le opzioni sul fronte delle lunghe e ci permette di ruotare le nostre ali in maniera differente. Nel complesso, ci sono stati tanti alti e bassi figli di ritmi dissimili. Dispiacciono i tanti tiri da sotto, ben costruiti, ma sbagliati come ci era accaduto a Taranto. Queste, però, sono situazioni che vanno concretizzate. E, in tal senso, questo match potrà essere un’utile lezione, anche sul fronte dell’autonomia cestistica, per un gruppo che, oltre al torneo di cadetteria, guarda con attenzione alle fasi interregionali e finali dei tornei di categoria under 19 ed under 17».

FASE AD OROLOGIO Dal prossimo weekend ci sarà anche il via alla fase ad orologio che andrà avanti sino a metà marzo con poi ad aprile i playoff (per le prime tre di ogni girone) ed i playout per le ultime quattro (le due quarte, invece, concluderanno a questo punto la propria stagione). In questa fase i due gironi finiranno per incrociarsi con due sfide in casa ed altrettante in trasferta. Dalla sua, La Molisana Magnolia Campobasso avrà un poker di sfide campane, ospitando all’Arena il Marigliano e l’Angri (quarta e quinta), mentre avrà una doppia trasferta salernitana con il Salerno leader del girone B e l’Agropoli Paestum al PalaZauli di Battipaglia (rispettivamente prima e seconda della propria poule). Il calendario di questa fase sarà ufficializzato dal comitato regionale campano della Federbasket ad inizio della settimana in arrivo.

Ultime Notizie