Il mondo della scuola molisana ancora alle prese con problemi di organici. L’ultima denuncia, in ordine di tempo, arriva dalla Cisl Scuola di Abruzzo -Molise. Il sindacato delinea la situazione, fornendo le cifre: sono 3.278 gli aspiranti docenti in Molise a fronte di 143 posti disponibili per i prossimi concorsi previsti. A giudizio della Cisl, solo il 4% dei partecipanti riuscirà ad ottenere l’assunzione con contratto a tempo indeterminato. La media è di 23 aspiranti insegnanti per ogni singolo posto a concorso. Per quanto riguarda la scuola dell’infanzia per ogni posto a concorso gli aspiranti sono 71, alla primaria sono 53, alle medie 13 ed alle scuole superiori sono 17 per ogni posto. Va ancora peggio sul sostegno. A fronte di soli 10 posti disponibili, sono 608 gli aspiranti docenti, vale a dire 60 candidati per ogni cattedra. “Ancora una volta si ripete l’ingiustizia per gli insegnanti di sostegno che – ha denunciato la Cisl – a fronte di diverse centinaia di posti effettivamente disponibili ogni anno, per cui mancherebbero addirittura i docenti specializzati necessari, sono costretti a concorrere per pochissimi posti messi a disposizione”.
Una situazione estremamente preoccupante, denunciata con forza dal sindacato che chiede interventi mirati affinché anche la scuola molisana possa avere gli insegnanti necessari a garantire il sopporto adeguato ad un settore che sconta da sempre ritardi e che invece dovrebbe rappresentare un elemento fondamentale per lo sviluppo del territorio.

Potrebbe interessanti anche:

Comunali Termoli, l’avvocato Giuseppe “Joe” Mileti candidato sindaco per la coalizione progressista

La coalizione progressista di Termoli, formata da Partito Democratico, MoVimento 5 Stelle,…