Come nei cartoni animati, alla fine della conferenza stampa delle opposizioni al Comune di Campobasso le uniche stelle che si vedono sopra palazzo San Giorgio non sono quelle del movimento grillino che ha guidato per cinque anni la città ma quelle delle randellate politiche che il centrodestra all’unisono ha rifilato all’amministrazione uscente. E’ un bilancio a tinte cupe e dai contenuti insussistenti quello che a fine mandato i pentastellati consegnano alla città. E’ questo il giudizio affilato e secco delle opposizioni che denunciano inefficienze , incongruenze, fallimenti e danni prodotti in questi anni. Dalle piste ciclabili al trenino elettrico all’ultima, inutile trovata secondo le opposizioni, di un tunnel che sforacchia la città da piazza della Repubblica a via Genova, accessorio di un parcheggio sotterraneo multipiano. Un chilometro e cento metri per sette milioni di euro.

Sempre dal fronte delle opposizioni è stata protocollata la richiesta di un consiglio comunale monotematico dedicato alla SEA, la società che si occupa di servizi e ambiente il cui capitale sociale è in mano al Comune per il 100% delle quote. Le opposizioni chiedono chiarezza sulla gestione della società

Le elezioni di giugno di fatto sono alle porte e il fronte del centrodestra si muove compatto, ribadendo le critiche e lavorando per una vittoria che vede alle porte.

Potrebbe interessanti anche:

Comunali Termoli, l’avvocato Giuseppe “Joe” Mileti candidato sindaco per la coalizione progressista

La coalizione progressista di Termoli, formata da Partito Democratico, MoVimento 5 Stelle,…