Le legge concedeva tempo fino al 15 marzo ma al Comune di Campobasso il Bilancio di previsione per i prossimi tre anni è già stato approvato. Si tratta di uno degli ultimi atti programmatici firmati dall’attuale amministrazione il cui mandato scade a primavera. Il Bilancio di previsione è un documento particolarmente importante perchè pone le basi per la programmazione delle attività dell’ente fino al 2026. Quest’anno la presentazione da parte della Giunta al Consiglio della proposta di Bilancio è stata anche l’occasione per l’Amministrazione guidata dalla sindaca reggente Paola Felice di fare un’analisi sui risultati finora raggiunti. “La manovra finanziaria approvata guarda al futuro – ha sottolineato l’assessore al Bilancio Giuseppina Panichella – in quanto, tra le altre cose, fissa un limite all’indebitamento, garantisce il livello minimo dei servizi e un rigoroso rispetto dei conti, nell’interesse dei cittadini di oggi, ma anche e soprattutto delle generazioni future. Rimarchiamo l’impegno comune – ha aggiunto – nel porre rimedio alle minori entrate, ai minori trasferimenti, all’aumento dei prezzi, senza impattare sull’offerta e la qualità dei servizi ai cittadini”. La sindaca Paola Felice evidenzia che per il quinto anno consecutivo il Comune di Campobasso approva il bilancio di previsione ampiamente prima dei termini previsti dalla legge. “E’ un documento – afferma il primo cittadino – che prospetta anche per il futuro basi solide per la nostra città: nonostante lo sfavorevole contesto storico attuale e la forte contrazione delle entrate e dei trasferimenti a favore degli enti locali, manteniamo i conti in ordine garantendo, e in molti casi migliorando, i servizi essenziali, in particolare quelli rivolti alle fasce deboli della popolazione, senza aumentare le imposte, i canoni e le tariffe a carico dei cittadini. La Felcie ricorda che la situazione attuale non è facile per tutti gli enti locali. Nonostante tutto qesto – dice – abbiamo confermato tutti gli stanziamenti per i lavori in corso e per quelli in programma, puntando molto sulla viabilità, sulle scuole e abbiamo mantenuto tutte le poste di bilancio relative a cultura, sport, turismo ed eventi in genere; abbiamo infine confermato l’offerta di nidi e scuole per l’infanzia e incrementato le attività per inclusione dei disabili e le misure a favore di quella parte di popolazione maggiormente bisognosa di sostegno.

Potrebbe interessanti anche:

Comunali Termoli, l’avvocato Giuseppe “Joe” Mileti candidato sindaco per la coalizione progressista

La coalizione progressista di Termoli, formata da Partito Democratico, MoVimento 5 Stelle,…