17.1 C
Campobasso
sabato, Aprile 13, 2024

Lavori su Viadotto Liscione, Anas: “La situazione si sbloccherà in una decina di giorni”

AttualitàLavori su Viadotto Liscione, Anas: "La situazione si sbloccherà in una decina di giorni"

Per mesi chiunque è passato in auto sul viadotto che attraversa il lago di Guardialfiera ha pensato a quanto lunghi e laboriosi fossero gli interventi per mettere in sicurezza il ponte.
Giunti da sostituire, guard rail anti sfondamento, interventi per irrobustire i piloni. E poi, l’asfalto, la segnaletica. Anche alcuni milioni di euro per aprire la bretella sottostante ed evitare, almeno sul viadotto, i famigerati semafori. Una specie di via crucis che dura da anni, inaugurata dopo il terremoto del 2018 in Basso Molise che ha coinciso con il crollo del viadotto Morandi a Genova. Sbriciolato e caduto nel Polcevera.
Da quel momento in poi, il ministero delle Infrastrutture e l’Anas hanno deciso di passare ai raggi X i viadotti delle maggiori reti stradali. Il Molise ha patito, e patisce ancora, la chiusura del viadotto Sente, che mette in collegamento la provincia di Isernia a quella di Chieti e la Bifernina a sensi di marcia alternati, per un lungo periodo fino a sei, regolati da altrettanti semafori. Oggi ne è sopravvissuto solo uno.
Tutto questo ambaradan si scopre una specie di farsa. Da ieri gli operai della ditta Sostenia non dovranno andare più sul cantiere per restare a braccia conserte. Da mesi non svolgevano alcun lavoro, anche se chi passa in auto, da altrettanto tempo, nota tutto ciò che in un cantiere serve. Lavori fermi e completati solo per il 20%, hanno ricordato i sindacati di categoria di Cgil, Cisl e Uil. Gli operai non sono pagati da tre mesi e hanno sollecitato l’intervento della prefettura. Da ieri hanno smesso di andare sul viadotto a non fare nulla e sono stati dislocati negli uffici mobili.
Una situazione, dicono dall’Anas, che si sbloccherà in una decina di giorni.
Intanto il viadotto continua ad essere percorso in un solo senso di marcia. Con buona pace di chi parla perfino di raddoppio della Bifernina. Per mettere in sicurezza un ponte non sono bastati, per ora, sei anni.

Ultime Notizie