9.1 C
Campobasso
venerdì, Marzo 1, 2024

L’inclusione che cambia dopo il Reddito di Cittadinanza, la giornata di formazione e di approfondimento voluta dall’ATS di Campobasso

AttualitàL’inclusione che cambia dopo il Reddito di Cittadinanza, la giornata di formazione e di approfondimento voluta dall’ATS di Campobasso

L’inclusione che cambia dopo il Reddito di Cittadinanza, la giornata di formazione e di approfondimento voluta dall’ATS di Campobasso. Si è tenuta nella mattinata di lunedì 11 dicembre, la Giornata di formazione e di approfondimento, voluta dall’ATS di Campobasso, in questa fase delicata e di “passaggio” dal Reddito di Cittadinanza, al Supporto alla Formazione e Lavoro (SFL) dal 1° settembre, all’Assegno di Inclusione (ADI) a partire dal 1° Gennaio 2024. L’ Ambito Territoriale Sociale di Campobasso, come in altre occasioni, quale l’introduzione dello stesso Reddito di Cittadinanza, si è fatto promotore, oltre della formazione degli operatori tutti, con previsti crediti per le assistenti sociali, anche di un momento di confronto tra tutti i partner impegnati nella gestione delle nuove misure di inclusione sociale: Regione, Comuni, ANCI, INPS, INAIL, Centri per l’Impiego, Camera di Commercio, Patronati, Sindacati, etc. Un supporto interistituzionale – così è stato definito dal relatore e formatore Alessandro Ciglieri  – è fondamentale in questa fase iniziale, dove ancora le procedure non sono del tutto definite e, quindi, chiare”. A moderare i lavori, presso la Sala della Costituzione della Provincia di Campobasso, è stato il direttore dell’ATS di Campobasso, Vincenzo De Marco. Dopo aver ringraziato tutti coloro che hanno reso possibile la giornata e coloro che hanno risposto all’invito, De Marco ha rimarcato l’importanza del momento di formazione e di riflessione, alla vigilia di un appuntamento così importante, dove occorre dare risposte concrete ai cittadini, “questa di oggi è essenzialmente una grande occasione per lavorare insieme – ha detto De Marco – in questo modo si può andare anche a sopperire alle procedure che sono ancora in fase di approvazione e da perfezionare. Ci aspettano nuove sfide – ha aggiunto De Marco –  ma come nei precedenti appuntamenti, con l’introduzione di nuove misure, sapremo dare il nostro contributo”. Ad aprire i lavori è stato il presidente del Comitato dei Sindaci dell’ATS di Campobasso, nonché sindaco del Comune Capofila, Paola Felice, la quale ha apprezzato l’iniziativa, rimarcando ancora una volta il ruolo cardine dell’Ambito Sociale, “siamo chiamati ad assolvere un compito ed un ruolo fondamentale – ha detto la sindaca Felice – e come sempre ci stiamo preparando al meglio per i nostri cittadini utenti”.  L’assessore regionale con delega alle Politiche sociali, Gianluca Cefaratti, ha voluto anticipare due novità, durante il suo intervento: la prima, le domande saranno aperte il 18 dicembre prossimo per l’Assegno di Inclusione, la seconda in merito ai Progetti di Utilità Collettiva (PUC), per i quali la richiesta degli utenti potrà essere fatta, non solo per il Comune di residenza, ma per tutti i Comuni facenti parte dell’ATS di competenza, “le misure di inclusione devono essere un contributo alla collettività – ha detto Cefaratti –  e i PUC possono e devono rivelarsi una opportunità per i beneficiari e per la comunità stessa”. A rappresentare l’INPS è stato il direttore provinciale e vicario regionale Fabrizio Giorgilli, “far incontrare le politiche sociali a quelle occupazionali è la svolta che questo Paese deve avere – ha auspicato Giorgilli – è un’occasione, seppur di grande complessità, e una sfida che si vince insieme”. La parte prettamente tecnica è stata affrontata dal formatore e progettista sociale Alessandro Ciglieri: oltre a fare una larga panoramica sul Decreto lavoro 2023 (D.L. 4 maggio 2023, n. 48, convertito con modificazioni in legge 3 luglio 2023, n. 85), ha dato diverse indicazioni e consigli pratici sulle nuove procedure da mettere in atto e ha risposto alle tante domande pervenute dalla platea. Mentre in chiusura, a parlare della transizione digitale e dei servizi informatici, è stata la dirigente Alessandra Iroso. Al termine della Giornata di formazione, il dirigente Vincenzo De Marco ha voluto ringraziare per la collaborazione le cooperative, Magma Sociale Consorzio, Sirio, il Consorzio di Libere Imprese, Ares Sociale, il Gruppo Maggioli e ICCS, e l’IIS Pertini- Montini- Cuoco, per aver messo a disposizione il personale per l’accoglienza in sala.

 

 

Ultime Notizie