9.1 C
Campobasso
venerdì, Marzo 1, 2024

Operazione White Beach, chieste condanne da 8 a 16 anni

CronacaOperazione White Beach, chieste condanne da 8 a 16 anni

Pene altissime, per oltre 100 anni. Richieste pesanti del Pm Anna Rita Carollo nei confronti di gran parte degli imputati coinvolti a ottobre dello scorso anno nell’operazione White Beach che sgominò un ingente giro di droga tra il Foggiano e il Basso Molise: 18 misure cautelari, tra le accuse la più pesante associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti. 700 gli episodi di spaccio documentati in tre anni, con indagini partite dall’arresto di un uomo, nell’estate 2019 a San Martino in Pensilis, trovato con 800 grammi di eroina.

A capo dell’organizzazione c’era un incensurato di San Severo, Lorenzo Russi, che da anni viveva a Campomarino. I carabinieri documentarono un via vai che movimentava droga per quasi seimila euro al giorno.
Le piazze più ghiotte da rifornire, Campomarino Lido, Guglionesi, Termoli e Sant’Elia a Pianisi. Da San Severo arrivavano ogni volta diverse centinaia di grammi di droga fino a settembre 2021.

Al tribunale di Campobaso, davanti al gup Veronica D’Agnone è stata la volta di quegli imputati che hanno scelto il rito abbreviato, almeno la metà delle persone coinvolte nell’inchiesta. Il pm Anna Rita Carollo per Lorenzo Russi, ritenuto il capo dell’organizzazione, ha chiesto 16 anni e 8 mesi di reclusione, per altri 8 imputati richieste di pena dagli 8 ai 10 anni.

Nella prossima udienza di questo maxi processo parola agli avvocati Silvio Tolesino, Nicolino Cristofaro, Alessandro Carriero, Nicola Bonaduce, Fiorenzo Cieri, Donato Garzarella, Antonio De Michele e Mario Bellotti, tutti hanno optato per il rito abbreviato.

Ultime Notizie