8.2 C
Campobasso
sabato, Marzo 2, 2024

Basket, Serie B, la Molisana Magnolia, sconfitta interna contro Faenza per i fiorellini d’acciaio

SportBasket, Serie B, la Molisana Magnolia, sconfitta interna contro Faenza per i fiorellini d’acciaio

LA MOLISANA MAGNOLIA CAMPOBASSO 65

ECO AMBIENTE SUD BASKET FASANO 68

(1913, 3028; 4746)

ARBITRI: Palazzo (Campobasso) e Galieri (Termoli).

NOTE: progressione punteggio: 6-2 (5’), 27-15 (15’), 34-35 (25’), 56-59 (35’).

Si interrompe dopo tre successi consecutivi la striscia di successi per La Molisana Magnolia Campobasso di serie B. Nel confronto interno contro il Fasano, dovendo fare a meno delle influenzate Bocchetti e Del Sole con un contrattempo che tiene fuori anche Giacchetti, le rossoblù si arrendono di tre alle pugliesi ed incassano così la prima sconfitta interna stagionale (la seconda complessiva) con un’Arena che era inviolata da quasi otto mesi.

ALTI E BASSI Eppure le rossoblù partono bene ed arrivano anche a prendere quattro possessi di margine a metà del secondo periodo. Un parziale di 11-0 delle ospiti riporta sotto Fasano con le rossoblù comunque avanti all’intervallo lungo. Trozzola, premiata al mattino a Bari come miglior prospetto in rosa di Puglia da parte del comitato regionale della Federbasket, prova a guida il gruppo con determinazione. Anche Moffa cerca di farsi sentire sia in difesa che in attacco, ma Fasano è ben presente e resta in contatto con le campobassane per un ultimo periodo che vive sul filo dell’equilibrio con sorpassi e controsorpassi ed un finale che premia la maggiore concretezza ospite.

A REFERTO CHIUSO Per il trainer campobassano Diotallevi, al termine, la sintesi è quella di chi «è molto deluso dalla prova di diverse nostre giocatrici. Le assenze? Non mi interessano. Chi era iscritto a referto, aveva tutte le capacità per regalarci i due punti. Sono dispiaciuto soprattutto per quelle giocatrici che potevano avere un’ulteriore occasione di forte minutaggio, ma non l’hanno sfruttata, soprattutto a livello di atteggiamento e di presenza, sia in attacco che in difesa. Ci è mancato cinismo e, in tante circostanze, c’è stata della presunzione, che non porta da nessuna parte. Questa gara ci conferma che c’è ancora tanto da lavorare e che davanti a noi abbiamo un percorso lungo. La speranza è che si possa imparare pienamente da stop come questi».

ULTIMA DI ANDATA Ora, prima di un prolungato break natalizio, le campobassane si proietteranno sull’ultima di andata, che vedrà le campobassane andare a sfidare, in esterna, sabato – con palla a due alle ore 18.30 – la Cestistica Benevento, formazione già affrontata e superata in semifinale di Coppa Open con tanto di brivido finale con le sannite, senza dubbio, determinate a cercare di riscattare quello stop.

Ultime Notizie