9.1 C
Campobasso
venerdì, Marzo 1, 2024

Volley, Serie B, EnergyTime Spike Devils da applausi a Marino. Partita perfetta e piano tattico applicato alla lettera

SportVolley, Serie B, EnergyTime Spike Devils da applausi a Marino. Partita perfetta e piano tattico applicato alla lettera

MARINO PALLAVOLO 0

ENERGYTIME SPIKE DEVILS CAMPOBASSO 3

(18/25, 12/25, 19/25)

MARINO: Kubaszek 11, Tosti 1, Anellucci 5, Marini Da Costa 8, Sette G., Murante 1, Coscia (L); Pinnone (L2), Iadevaia, Eramo, Puiu. Ne: Chauhan e Lazar. All.: Ronsini.

CAMPOBASSO: Minuti 6, Zanettin 16, Pacelli 7, Diana 8, Zanni 2, Rescignano 18, Santucci (L); Del Fra. Ne: Sulmona, Masotti, Ceccato, Mottola e Ferrari (L2). All.: Maniscalco.

ARBITRI: Paccagnella (Venezia) e Marra (Roma).

NOTE: durata set: 23’, 21 e 26’. Marino: battute vincenti 3, battute sbagliate 6, muri 0. Campobasso: bv 4, bs 12, m 12.

Servizio e muro aveva chiesto alla vigilia il tecnico Mariano Maniscalco. Il lavoro dalla linea dei nove metri (quattro ace ed una ricezione avversaria tenuta sotto il 50% di positività) ed una fase block da applausi (dodici di cui tre a testa per lo specialista Minuti e per Rescignano) mandano in tilt il Marino che, in un’ora e dieci minuti, deve cedere il passo agli EnergyTime Spike Devils Campobasso all’ottavo successo in altrettante gare e sempre più nei piani alti del girone G della B maschile. Dalla loro, i campobassani centrano il primo parziale a diciotto, il secondo a dodici dominando in lungo e largo e chiudono la pratica a diciannove nel terzo.

«Ci siamo disimpegnati nel miglior modo possibile – il commento di un soddisfatto tecnico Mariano Maniscalco – eravamo concentrati su quegli aspetti su cui ci eravamo soffermati alla vigilia, mantenendo alta la concentrazione. Siamo così riusciti a contenere una squadra che stava provando, nelle ultime settimane, a dare una maggiore carica alla propria stagione. Da parte nostra, però, abbiamo mantenuto le consegne, non permettendo loro determinate situazioni ed in questo senso siamo stati bravi». Per i campobassani ora arriva la prova del nove (anche come turno di calendario) con la sfida sabato contro la Virtus Roma, che, grazie al successo sulla Lazio, ha blindato il suo terzo posto in classifica, prologo ad un ulteriore match interno – quello di domenica 10 – con il Genzano per un dicembre bivio per i rossoblù.

«Dovremo guardare ad una gara alla volta – aggiunte – cercando, in ogni gara, di dare il massimo anche perché, in prospettiva, c’è anche un piazzamento playoff, che è il traguardo prioritario di questa prima fase. Il pensiero, però, deve essere ora tutto sulla Virtus Roma che ha perso una sola gara. Superarli, ci darebbe la possibilità di mettere margine. Con certezza avremo una settimana di grande lavoro e concentrazione, cercando di abituarci alla prospettiva degli scontri diretti».

Ultime Notizie