9.3 C
Campobasso
venerdì, Marzo 1, 2024

Finanziato il progetto sperimentale dell’Ambito Sociale di Campobasso “Care Leavers”

AttualitàFinanziato il progetto sperimentale dell’Ambito Sociale di Campobasso “Care Leavers”

Progetto “Care Leavers”, per l’autonomia dei neomaggiorenni usciti da comunità residenziali o in affido eterofamiliare. Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha ammesso a finanziamento il progetto “Care Leavers” candidato dall’Ambito Territoriale Sociale di Campobasso, a valere sull’annualità 2022, per un importo complessivo pari ad euro 62.500,00, di cui euro 50.000,00 a carico del Ministero ed euro 12.500,00 a cofinanziamento della Regione Molise. Il Progetto Care Leavers – Sperimentazione di interventi in favore di coloro che, al compimento della maggiore età, vivono fuori dalla famiglia di origine sulla base di un provvedimento dell’autorità giudiziaria – è promosso dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali nell’ambito del Fondo Povertà. La sperimentazione ha come protagonisti i ragazzi e le ragazze che, al compimento della maggiore età, vivono fuori dalla famiglia di origine sulla base di un provvedimento dell’autorità giudiziaria che li abbia collocati in comunità residenziali o in affido eterofamiliare. Sono destinatari della sperimentazione, sia i ragazzi interessati da un provvedimento di prosieguo amministrativo, sia coloro che non ne sono beneficiari. “Chi merita una seconda possibilità? – riferisce l’Assessore alle Politiche sociali del Comune Capofila Campobasso, Luca Praitano – non ho dubbi che tra questi ci siano i ragazzi la cui unica colpa è stata quella di nascere nel posto sbagliato. Giovani che sono cresciuti troppo in fretta – aggiunge Praitano – e che troppo presto hanno dovuto conoscere le avversità della vita, scoprire che le relazioni dannose possono produrre famiglie disfunzionali. A loro dedichiamo la nostra attenzione, affinchè possano cambiare il destino che la sfortuna ha loro riservato”. L’obiettivo generale del progetto è quello di accompagnare i neomaggiorenni all’autonomia attraverso la creazione di supporti necessari per consentire loro di costruirsi gradualmente un futuro e di diventare adulti dal momento in cui escono dal sistema di tutele. La sperimentazione coinvolge quindi i care leavers in grado di intraprendere un percorso di autonomia, che potranno quindi beneficiare di un progetto strutturato di accompagnamento verso l’età adulta, risultato di una valutazione multidimensionale (Analisi preliminare e Quadro di analisi) elaborato da parte dell’assistente sociale, gli educatori della comunità o i familiari affidatari preferibilmente già dal diciassettesimo anno di età. Il beneficiario, accompagnato dagli operatori coinvolti nella definizione del progetto personale, può scegliere tra i seguenti percorsi: 1. Percorso di studi superiori/universitari. 2. Percorso di formazione professionale e orientamento al Lavoro/inserimento lavorativo. Il sostegno all’autonomia si sostanzierà anche con l’assegnazione di una borsa individuale per la copertura delle spese ordinarie e specifiche di percorso affrontate dal care leaver.

Ultime Notizie