ENERGYTIME SPIKE DEVILS CAMPOBASSO 3

AMIN ROMA 7 VOLLEY 1

(25/10, 22/25, 25/21, 25/15)

CAMPOBASSO: Diana 4, Zanni, Rescignano 15, Minuti 4, Zanettin 29, Pacelli 22, Santucci (L); Del Fra, Mottola, Sulmona1, Masotti. Ne: Ceccato, Calcutta e Ferrari (L2). All.: Maniscalco.

ROMA: Mercanti 6, Cicchinelli S. 2, Pizzini 11, Teti 5, Catalli, Morelli Cl. 8, Cicerchia An. (L); Cicchinelli A., Mirowski, Tanov 9, Carattoli, Ippolito (L2), Di Virgilio 2. Ne: Bartimoccia M. All.: Morelli Iv.

ARBITRI: Di Martino (Napoli) e Capobianco (Potenza).

NOTE: cartellino giallo sul 105 del quarto set a Cicerchia L.(dirigente accompagnatore Roma). Durata set: 20’, 31, 29’ e 27’. Campobasso: battute vincenti 4, battute sbagliate 16, muri 10. Roma: bv 2, bs 7, m 7.

Quinto successo in altrettante partite e secondo posto rinsaldato per gli EnergyTime Spike Devils Campobasso. I rossoblù, nello scenario amico dell’istituto ‘Montini’, superano 3-1 il Roma 7 in una serata in cui cresce ulteriormente l’intesa tra il proprio regista Zanni ed i laterali del gruppo rossoblù con l’opposto Zanettin che arriva quasi al trentello, Pacelli che supera i venti punti e Rescignano che si attesta a quindici.

Il primo set è di autentico dominio per i rossoblù che vanno subito sul 15-1 e controllano al meglio la contesa sino al 25-10 finale. Nel secondo parziale si registra una piccola grande reazione dei capitolini che vanno a pareggiare i conti. Il terzo round vede nuovamente i ‘diavoletti’ partire forte prendendo subito del margine e chiudendo poi con un vantaggio di quattro punti al termine.

Avanti due set ad uno, i campobassani dominano in lungo e largo il quarto periodo e vanno a prendersi così tre punti di assoluta sostanza che li mantengono secondi ad un solo punto di distanza (quindici contro quattordici) dalla leader Genzano, gli unici due team ancora senza sconfitte sul groppone.

«Personalmente – spiega al termine, desideroso di riuscire ad avere sempre il meglio dai suoi, il trainer dei rossoblù Mariano Maniscalco – mi viene da pensare al secondo set ceduto. Senza nulla togliere ai nostri avversari, ma negli altri tre parziali abbiamo giocato con maggiore sostanza. In questa fase sarà necessario trovare costanza ed equilibrio. Non si possono vincere due parziali con margine e perderne uno per tanti errori commessi. Occorre tenere uno standard univoco».

A fronte del secondo posto in classifica, poi, aggiunge: «Essere lì ed essere al vertice conferma il lavoro che stiamo portando avanti, ma il torneo è lungo e credo che un team come la Lazio risalirà ed anche il Pomigliano potrà essere un sostanzioso outsider. Forse, questa sconfitta, dopo quella interna con il Genzano, potrà un po’ condizionare il Roma 7, ma credo che sia giusto ribadire come il percorso di regular season è ancora lungo e ci sono tante situazioni ancora da affrontare. Per il momento, però, il nostro bilancio è ampiamente positivo». Per i campobassani, ora, la prospettiva è quella della trasferta di domenica, con primo servizio alle ore 18, a Pozzuoli in casa del Rione Terra.

Potrebbe interessanti anche:

La Asd Free Runners Isernia tra i seimila della Napoli City Half Marathon

Grandi emozioni alla Half Marathon di Napoli: merito della Asd Free Runners Isernia, che q…